Ludovica Mantovani: "Ripartire sarebbe un'occasione unica per il calcio femminile"

Calcio femminile

Anche la Serie A femminile si è dovuto fermare, ma adesso punta a riprendere da dove era rimasta. "Mettere in moto tutta la macchina è dare un'occasione unica al movimento- spiega a Sky Sport24 la presidente della divisione femminile Figc- e sarebbe un segnale davvero importante"

Tutto il calcio si è fermato, anche quello femminile. E adesso punta a ripartire, dalla Serie A, puntando al professionismo anche per le calciatrici. Di questo ed altro ha parlato a Sky Sport24 la presidente della divisione femminile Figc. A partire dagli investimenti di Fifa e Figc. “Potrebbero esserci anche i contributi provenienti dal Governo nel caso in cui si iniziasse un percorso di accompagnamento verso il professionismo della serie A, il presidente Gravina è in continuo contatto con il ministro Spadafora. La strada è tracciata- spiega Ludovica Mantovani- ma per raggiungere una sostenibilità ci vorrà una solida programmazione economica-finanziaria da affiancare assolutamente al nostro programma di sviluppo triennale che è già in corso”.

 

Adesso c'è la speranza di ripartire dopo l'emergenza Coronavirus e chiudere il campionato con le ultime sei partite ancora da disputare. “Mettere in moto tutta la macchina e ripartire sarebbe dare un’occasione unica al calcio femminile. Potremmo esaltare le nostre specificità, sarebbe un segnale importante. Siamo consapevoli che ci vorrà la convinzione da parte dei club e la dedizione delle giocatrici che dovranno scendere in campo fino ad agosto”, puntualizza la Mantovani. “I club dovranno verificare la fattibilità seguendo il nostro protocollo sanitario con la programmazione del rientro delle atlete ancora all’estero e degli allenamenti di gruppi. Poi bisognerà stilare un calendario delle ultime sei partite che possa essere congruo alla loro preparazione fisicaCi auguriamo che tutto questo possa accadere”. Allora, speriamo a presto!

 

CALCIO: SCELTI PER TE