Serie A femminile, i risultati della 17^ giornata: poker Giacinti, trionfo Milan nel derby

Calcio femminile
©Getty

Il derby di ritorno ha una protagonista indiscussa: è Valentina Giacinti, che realizza 4 reti e permette al Milan di trionfare per 4-1 sull'Inter. Con questi tre punti, la formazione allenata da Ganz difende il secondo posto in classifica e rispedisce il Sassuolo a 5 lunghezze di distanza. In vetta c'è sempre la Juventus, che ha travolto per 9-1 il Bari ottenendo la 17^ vittoria di fila: poker della Girelli, che tocca quota 20 gol stagionali. Pareggio per 3-3 tra Napoli ed Empoli

INTER-MILAN 1-4 (Highlights)

11' Moller (I), 15', 33' su rig., 38' e 65' Giacinti (M)

 

INTER (4-3-3): Marchitelli; Merlo, Debever, Alborghetti, Brustia; Pandini, Simonetti (70' Catelli), Rincón; Marinelli, Møller, Tarenzi (65' Mauro). All. Sorbi

 

MILAN (3-5-2): Korenciova; Vitale, Fusetti, Agard; Bergamaschi, Hasegawa (90' Conc), Jane (82' Grimshaw), Boquete (90' Morleo), Tucceri (82' Kulis); Giacinti (82' Tamborini), Dowie. All. Ganz

 

Ammoniti: Giacinti (M), Rincon (I)

Il derby di ritorno è ancora del Milan, che batte 4-1 l'Inter dopo il successo dell'andata e difende il secondo posto in classifica, rispedendo il Sassuolo a 5 punti di distanza. Protagonista indiscussa è Valentina Giacinti: 4 gol, 3 nel solo primo tempo (un’impresa che - nei derby sia maschili che femminili  - era riuscita l’ultima volta a José Altafini, 61  anni fa!). Eppure il derby non era cominciato nel migliore dei modi per il Milan, visto che al minuto 11 è l’Inter a portarsi in vantaggio grazie a un gran sinistro dalla distanza di Moller che sorprende Korenciova. Da lì in poi, però, inizia il Giacinti show. Al minuto 16, l'attaccante del Milan è brava a ribadire in rete di testa la conclusione dal limite dell'area di Jane respinta da Marchitelli. Al 33' contatto in area di rigore tra Marchitelli e Dowie e arbitro che assegna il penalty, realizzato ancora da Giacinti per la rete del sorpasso. Al 39' Ancora Giacinti protagonista, che in area di rigore anticipa Debever e spedisce sotto la traversa uno splendido cross di Dowie. Il primo tempo si chiude sul 3-1 per il Milan, ma non finisce qui. La reazione dell'Inter stenta ad arrivare e così al 65' Giacinti all'altezza del dischetto del rigore trasforma un ottimo assist di Hasegawa, realizzando così il più veloce poker nella storia della Serie A femminile. Le nerazzurre provano ad accorciare le distanze e possono recriminare al minuto 74 per una doppia traversa colpita nel giro di pochi secondi prima da Debever e poi da Marinelli, ma il risultato è ormai in cassaforte. Vince il Milan e giornata indimenticabile per Valentina Giacinti che raggiunge con queste 4 reti supera quota 50 (ora 53) in maglia rossonera.

JUVENTUS-BARI 9-1

leggi anche

Serie A femminile, 17^ giornata: i risultati del sabato

11′ Hurtig, 20′ Sembrant, 55′ aut. Enlid, 61′ Helmvall (B), 63′ Girelli, 65′ Staskova, 69′ Girelli, 70′ Girelli, 81′ Salvai, 87′ Girelli

 

JUVENTUS (4-3-3): Bacic; Lundorf, Salvai, Sembrant (59′ Gama), Boattin (59′ Giordano); Zamanian, Galli (67′ Caruso), Rosucci (46′ Ippolito); Staskova, Girelli, Hurtig (46′ Maria Alves). All. Guarino

 

BARI (4-1-4-1): Di Fronzo; Marrone, Quazzico (73′ Di Bari), Enlid, Capitanelli (67′ Parascandolo); Soro (46′ La); Novellino, Weston Chelsea, Ketis (42′ Carravetta), Helmvall; Silvioni. All. Mitola

 

Il più classico dei testacoda tra Juventus e Bari si chiude con un risultato pesantissimo, con le bianconere che vincono per 9-1. È il 17° successo consecutivo per le ragazze di Guarino, sempre prime con 6 punti di vantaggio sul Milan a cinque giornate dalla fine del campionato. Tutto facile per la Juventus, che va al riposo sul doppio vantaggio grazie alle reti di Hurtig e Sembrant. Nella riprese le ragazze bianconere dilagano. L'autogol di Enlid porta il risultato sul 3-0, con il Bari che accorcia con il gol di Helmvall. Nel finale si scatena la Girelli, che segna ben quattro gol intervallati dalle reti di Straskova e Salvai, salendo in vetta alla classifica marcatori in solitaria a quota 20 gol. Il 9-1 conferma la Juventus saldamente in testa alla classifica, con il Bari che invece è sempre più ultimo a quota 3 punti.

NAPOLI-EMPOLI 3-3

7' Prugna (E), 12' Glionna (E), 30' Cafferata (N), 36' rig. Huchet (N), 69' Huchet (N), 84' Cinotti (E)

 

NAPOLI (4-3-3): Tasselli; Oliviero (32′ Di Marino), Huynh, Arnadottir, Cameron; Errico, Huchet, Goldoni; Cafferata (63′ Beil), Nocchi (83’ Pedersen), Hjohlman. All. Pistolesi

 

EMPOLI (4-3-3): Cappelletti; Di Guglielmo, Knol, Giatras, Acuti (76′ Miotto); Cinotti, Bellucci, Prugna; Glionna, Dompig, Caloia (70′ Iannazzo). All. Spugna

 

Ammoniti: Di Marino (N)

 

Dopo aver totalizzato appena 4 punti nelle prime 14 giornate di campionato, il Napoli ne ha conquistati 5 nelle ultime tre gare. Il prestigioso pareggio per 0-0 contro l'Inter e l'importante successo per 3-1 sulla Florentia, sono stati seguiti da un emozionante 3-3 contro l'Empoli. Le azzurre hanno sfiorato la seconda vittoria consecutiva, che le avrebbe portate fuori dalla zona retrocessione. Ora, invece, le ragazze di Pistolesi sono a quota 9 al pari del San Marino e prenderanno parte a un duello per la salvezza che durerà per tutte le ultime cinque giornate di campionato. Avvio da brividi per il Napoli, con l'Empoli che va sullo 0-2 dopo appena 12 minuti con le reti di Prugna e Glionna. Poi le azzurre fanno una rimonta straordinaria: Cafferata e Huchet (su rigore) costruiscono il pareggio già prima dello scadere del primo tempo, poi ancora Huchet completa la doppietta al 69' per il 3-2. All'84' Cinotti sigla il definitivo 3-3 per l'Empoli. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.