22 maggio 2017

Statella da record: il Cosenza continua a sognare

print-icon
Statella, Cosenza

Statella, Cosenza (Twitter @CosenzaOfficial)

Cercato dal Venezia di Inzaghi e dal Benevento, continua la stagione magica di Giuseppe Statella: l’esterno del Cosenza che Antonio Conte fece esordire giovanissimo in Serie B oggi è l’arma in più della squadra di De Angelis

Un campionato da record che alimenta i sogni promozione del Cosenza, perché tra gli uomini simbolo della formazione calabrese di questa stagione c’è sicuramente Giuseppe Statella. Esterno offensivo classe 1988, il numero 11 rossoblù è una vera e propria arma in più per De Angelis: sua la rete del definitivo 2-1 della gara d’andata degli ottavi di finale playoff contro il Matera, gol al 70’ e il San Vito-Marulla che esplode di gioia. Una piacevole abitudine, ormai. 12 reti nella stagione regolare (record personale), uno (quello messo a segno ieri contro il Matera), pesantissimo nei playoff. "Sapevamo che avremmo dovuto vincere, ma sappiamo anche di aver fatto metà dell'opera e che ci aspettano ancora 90' di battaglia. Tutte le squadre, se attaccate, vanno in difficoltà: noi andremo lì a fare la nostra partita, sarà una battaglia ma noi saremo preparati a questa evenienza. Giocare il turno infrasettimanale? Faremo due giorni di scarico ed andremo a Matera", le parole dello stesso Statella a fine gara.

Il corteggiamento di Inzaghi, il Benevento e l’esordio in B con Conte

Una rinascita, quella dell’esterno calabrese (originario di Bianco, RC), che fa sognare Cosenza: squadra che si prepara alla sfida di ritorno playoff contro il Matera, gara in programma mercoledì 24 maggio allo stadio Franco Salerno, sapendo di poter contare sul momento d’oro del suo numero undici. E pensare che sia la scorsa estate che durante il mercato di gennaio, per Statella ci fu la possibilità di lasciare Cosenza: Inzaghi lo segnalò a Perinetti per il suo Venezia, ma il rinnovo di contratto spazzò via ogni tentazione. A gennaio, invece, l’offensiva del Benevento: alla fine, però, il ragazzo (in comune accordo con la società) decise di rimanere a Cosenza per inseguire il sogno B. Serie che Statella conosce già: Antonio Conte, all’epoca allenatore del Bari, lo fece infatti esordire nel 2008 all’età di 20 anni. Poi le esperienza con Salernitana, Torino, Grosseto e Pro Vercelli. E adesso Statella spera di tornare in B, ma questa volta con il Cosenza.

GIOCHI

sup

Superscudetto

Crea la tua squadra e vinci i premi Sky

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky