Liga, arresto Semedo: il Villarreal può intervenire sul mercato per sostituirlo?

Liga

Dopo l'arresto di Semedo, il Villarreal sta tentando di capire se c'è la possibilità di intervenire sul mercato per sostituire il difensore. Il regolamento prevede altri casi (come infortuni o pagamenti di clausole di calciatori), ma non la possibilità che ci sia un tesserato in prigione. Intanto il club sta per procedere al licenziamento

Calcio spagnolo, e in particolar modo Villarreal, sconvolti dall'arresto di Ruben Semedo, difensore portoghese classe 1994. Una serie infinita di accuse per il calciatore lusitano: dal tentato omicidio al furto a mano armata, passando per lesioni, minacce e detenzione abusiva d'arma da fuoco. Secondo la denuncia della vittima, Semedo avrebbe sequestrato un uomo portandolo nella sua abitazione. Questo, legato, imbavagliato e picchiato, è stato costretto, anche dopo l’esplosione di alcuni colpi d’arma da fuoco, a dare le chiavi della sua villa che è stata poi svaligiata dal calciatore del Villarreal e dai suoi complici. Episodio che ha portato all'arresto del difensore classe 1994, ora detenuto presso il centro penitenziario di Picassent. Ma cosa accade nel caso in cui un calciatore venga messo in prigione? Il regolamento non prevede questa fattispecie nella lista delle situazioni che prevedono la possibilità di una deroga per intervenire sul mercato al di fuori delle sessioni previste per i trasferimenti. In Spagna è consentito farlo in caso di infortuni lunghi oppure di pagamento di clausole di risoluzione da parte di club di altri paesi, nel regolamento però non è prevista l'ipotesi di arresto di un calciatore.

Ipotesi di licenziamento

E mentre il Villarreal ragiona su come sostituire nella rosa Ruben Semedo, il club si sta muovendo anche per procedere al licenziamento del calciatore. Quest'ultimo ha anche un ingaggio abbastanza pesante, di 1,3 milioni di euro a stagione. E la società ora si sta muovendo per rompere questo contratto, procedendo al licenziamento. Innanzitutto il club deve aprire un procedimento disciplinare, dovuto al fatto che Semendo non può rispettare il contratto essendo impossibilitato a svolgere le mansioni previste perchè incarcerato. Potrebbero esserci proprio delle clausole all'interno del contratto stesso, oppure bisognerebbe procedere alla risoluzione di un contratto di lavoro normale per impossibilità a lavorare. In quest'ultimo caso ci sarebbe un risarcimento di 5 milioni di euro.

I più letti