Liga, poker del Real al Leganés: Benzema ne fa due. Tonfo Atletico, ko 2-0 contro il Celta

Liga

Il Real di Lopetegui vince ancora e comanda la Liga (in attesa del Barça) a punteggio pieno. Quattro gol al Leganés di cui tre portano la firma di Bale e Benzema, rinvigoriti dopo la partenza di CR7. L'Atletico cade in casa del Celta chiudendo in dieci la partita. In entrambi i match intervento del Var, decisivo sul 2-1 di Benzema al Bernabeu

RISULTATI E CLASSIFICA DI LIGA

LA "7" DEL REAL HA GIÀ UN NUOVO PADRONE: MARIANO DIAZ

REAL MADRID-LEGANÉS 4-1

17’ Bale (RM), rig. Carrillo (L), 48’ e 61’ Benzema (RM), 67’ rig. Ramos (RM)

Il tabellino

Real Madrid (4-3-3): Courtois; Carvajal, Sergio Ramos, Varane, Marcelo; Modric (63’ Isco), Casemiro, Kroos; Bale (85' Lucas Vazquez), Benzema, Asensio (78' Ceballos). All: Lopetegui

Leganes (4-4-2): Cuellar; Juanfran, Bustina, Siovas, Jonathan Silva; Eraso (70’ Vesga), Ruben Perez, Gumbau, El Zhar (70’ En-Nesyri); Santos (81' Rolan), Carrillo. All: Pellegrino

Ammoniti: 3’ Modric (RM), 27’ Santos (L)

Senza CR7 rinascono Bale e Benzema. Un gol per il gallese, due per il francese, che lo scorso anno erano rimasti all’ombra del più forte di tutti e che ora stanno sbocciando in una primavera anticipata. 4-1 il risultato finale, con cui Lopetegui batte anche il Leganés e continua la sua corsa a punteggio pieno in Liga, primo solitario in attesa del Barcellona. Ad aprire le marcature ci pensa proprio Bale, che segna il quarto gol nelle ultime quattro giocate contro il Leganés sfruttando anche l’errore di Cuellar imperfetto sulla sua volée di destro non certo irresistibile. Il pari arriva poi su calcio di rigore, che Casemiro provoca e che Carrillo realizza, prima del monologo blanco che porterà al poker. Al 48’ Benzema incorna di testa su cross di Asensio, si vede annullare la rete dall’arbitro per un presunto fallo e poi convalidata con l’uso del Var. Al 61’ Karim si ripete indirizzando all’angolino basso un destro dal limite dell’area sullo scambio con Modric. Dunque rete di Ramos su rigore. 

CELTA VIGO-ATLETICO MADRID 2-0

46’ Maximiliano Gomez, 52’ Iago Aspas

Il tabellino

Celta Vigo (3-4-3): Alvarez; Roncaglia, Cabral, Araujo; Mallo, Lobotka (81’ Mendez), Beltran, Alonso; Iago Aspas (88’ Boufal), Maximiliano Gomez, Sisto (69’ Yokuslu). All: Mohamed

Atletico Madrid (4-4-2): Oblas; Savic, Gimenez (68’ Arias), Godin, Filipe Luis; Correa (56’ Kalinic), Saul, Thomas (56’ Lemar), Koke; Diego Costa, Griezmann. All: Simeone

Ammoniti: 17’ Saul (AM), 28’ Thomas (AM), 41’ Lobotka (CV), 48’ Alonso (CV), 51’ Savic (AM), 57’ Diego Costa (AM), 74’ Yokuslu (CV), 76’ Mallo (CV)

Espulsi: 70’ Savic (AM)

Maxi Gomez apre e Iago Aspas stende l’Atletico, che dopo un pari (contro il Valencia) nella prima giornata e un timido 1-0 al Rayo di una settimana fa, crolla e perde 2-1 contro il Celta. Decisivo lo scivolone di Godin che a inizio secondo tempo spiana la strada per il vantaggio ai padroni di casa. Come determinante il raddoppio di Aspas, che salta in area proprio sul cross di Gomez, e batte Oblak per la seconda volta nel giro di sette minuti. Partita povera di emozioni e molto nervosa, come testimoniano gli otto cartellini gialli poi diventati nove col doppio a Savic, espulso al minuto numero 70 sulla punizione che avrebbe poi portato al tris del Celta di Cabral, poi giustamente annullato dal Var per fuorigioco. Nell’Atletico qualche chance da gol, nitido solo il sinistro di Griezmann del primo tempo che termina di poco fuori alla sinistra di Alvarez. Nemmeno la mossa Kalinic (al 56') premia Simeone, che in classifica si ritrova con 4 punti nelle prime tre partite. Un pari e due vittorie (di fila), invece, è il bottino del Celta Vigo.

I più letti