Barcellona, Griezmann: "Uno come Messi nasce ogni 40 anni"

Liga
©Getty

Le parole dell'attaccante francese al sito Uefa: "Sono qui non per vincere di più, ma per imparare un nuovo stile di gioco". Sul passato all'Atletico: "La finale di Champions persa contro il Real mi farà sempre stare male"

"Non ho lasciato l'Atletico per vincere la Champions o più titoli. Sono venuto qui al Barça per imparare un nuovo stile di gioco, una nuova filosofia e crescere a livello personale": spiega così il suo clamoroso trasferimento in blaugrana Antoine Griezmann, il bomber ex Atletico Madrid che ha parlato in un'intervista a UEFA.com. Secondo l'attaccante francese, anche senza il suo apporto "l'Atlético può anche vincere la Liga e la Champions, hanno la squadra e l'allenatore per riuscirci", aggiunge prima di parlare del suo nuovo compagno di squadra, Leo Messi: "Stiamo parlando di un giocatore che potremmo non vedere mai più o magari solo ogni 40 anni. Dobbiamo approfittarne, noi che siamo i suoi compagni di squadra, i tifosi o gli allenatori. Quello che può fare con la palla è incredibile ed è uno spettacolo vederlo giocare e giocare al suo fianco". La più grande delusione, nemmeno a dirlo, la finale persa contro i cugini del Real: "Ero molto arrabbiato per aver fallito il rigore - ammette - e questo penso abbia contribuito a farci perdere. Sarà una cosa che mi farà sempre stare male, anche se vinco con un altro club. Era il mio sogno e ono sicuro che mi farà male anche tra dieci o quindici anni".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.