Aubameyang, il giocatore del Barcellona rapinato e picchiato in casa sua

Liga
©Getty

L'attaccante gabonese, nella notte tra domenica e lunedì, è stato vittima di una rapina a mano armata mentre si trovava in casa. Quattro persone incappucciate sono entrate in casa e, dopo aver minacciato Aubameyang e la moglie, hanno sottratto diversi gioielli dalla cassaforte prima di darsi alla fuga in auto. Le forze dell'ordine stanno indagando sull'accaduto, il giocatore e la sua famiglia stanno bene

Brutta disavventura per Pierre-Emerick Aubameyang: l'attaccante del Barcellona, nella notte tra domenica e lunedì, è stato vittima di una rapina a mano armata mentre si trovava nella sua abitazione di Castelldefels (Barcellona). Secondo fonti vicine agli inquirenti, quattro uomini incappucciati si sono introdotti nell'abitazione del calciatore e hanno minacciato sia Aubameyang che la moglie con armi da fuoco e oggetti contundenti.

Aubameyang e la sua famiglia stanno bene

leggi anche

Il calendario del girone dell'Inter

I rapinatori hanno ottenuto la combinazione della cassaforte, dalla quale hanno sottratto diversi gioielli prima di darsi alla fuga a bordo di un'auto. Sia Aubameyang che la sua famiglia sono scossi per l'accaduto ma stanno bene. Sull'accaduto stanno indagando i Mossos d'Esquadra, le forze di polizia catalane, che cercheranno di far luce sulla rapina. Lo scorso 19 agosto anche Robert Lewandowski era stato rapinato davanti la Ciutat Esportiva, il centro di allenamento del Barcellona: due individui avevano approfittato di un momento di distrazione del polacco, che stava firmando autografi a dei tifosi, per sottrargli l'orologio e il cellulare.