Marsiglia, assalto dei tifosi al centro sportivo. Rinviata sfida contro il Rennes. VIDEO

Ligue 1

Corteo dei tifosi dell'OM, che degenera con lancio di fumogeni e petardi contro il centro sportivo dove si allena la squadra. Intervento delle forze dell'ordine: 25 ultras arrestati. Rinviato il match di Ligue 1 contro il Rennes, in programma al Velodrome

Centinaia di tifosi dell'Olympique Marsiglia, infuriati con squadra, allenatore e dirigenti per l'andamento della stagione, hanno preso oggi d'assalto e invaso l'impianto sportivo della Commanderie, dove la squadra si allena. La polizia ha fermato 25 persone dopo scene di vera e propria guerriglia. Alcune decine di tifosi sono riusciti, per alcuni minuti, a penetrare nel recinto dell'impianto dove si allenavano i giocatori. All'esterno petardi e fumogeni in quantità, anche tre
alberi sono stati avvolti dalle fiamme. Striscioni e cori erano diretti tutti contro la società e il presidente Jacques-Henri Eyraud, a poche ore dalla partita di
questa sera contro il Rennes. Da settimane, la contestazione si va facendo sempre più dura. Eyraud sembra aver reso insostenibile la sua posizione dopo aver
parlato, in una conferenza stampa, del "pericolo" di avere troppi tifosi del Marsiglia in seno al club. Attualmente, l'OM è sesto in Ligue 1, dopo 3 sconfitte consecutive. 

 

Rinviata Olympique Marsiglia-Rennes

 

Dopo i gravi incidenti del pomeriggio la partita di Ligue 1 in programma al Velodrome, OM-Rennes, è stata rinviata a data da destinarsi. I dirigenti della squadra ospite hanno dato il loro assenso al rinvio proposto dal Marsiglia dopo i gravi incidenti al centro sportivo dell'Olympique nel pomeriggio.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.