Ligue 1, Nizza-OM: la partita dovrà essere rigiocata in campo neutro e a porte chiuse

Ligue 1

Mercoledì sera è arrivata la sentenza della Ligue de Football Professionnel sui fatti di Nizza-OM dello scorso 23 agosto, con la partita che si era chiusa ufficiosamente al 74° (per mancanza di una squadra in campo, l'OM) dopo l'invasione di campo da parte dei tifosi del Nizza e la sospensione della gara per circa un'ora e mezzo. La decisione è stata presa: la partita dovrà essere rigiocata dal primo minuto

GIOCA A SUPERSCUDETTO: ECCO COME

Dopo più di due settimane da quel Nizza-OM finito al 74° (sul risultato di 1-0 per la squadra di casa) dopo l'invasione di campo dei tifosi del Nizza, questo mercoledì sera la Ligue de Football Professionnel ha reso note le sentenze definitive. La commissione disciplinare ha deciso che la partita dovrà essere rigiocata dal primo minuto, in campo neutro e a porte chiuse. Al Nizza sono stati inoltre inflitti due punti di penalità in classifica (di cui uno con la condizionale) e tre partite a porte chiuse (la prima già scontata contro il Bordeaux, due sabati fa). Per quanto riguarda i giocatori, l'unico a essere stato squalificato (per due giornate) è Alvaro Gonzalez dell'OM. Per Dimitri Payet è scattata la pena di una giornata di squalifica ma con la condizionale. 

Nizza-OM: cosa era successo lo scorso 22 agosto

leggi anche

Psg-Neymar, che cifre! Affare da mezzo miliardo

La partita tra Nizza e Olympique Marsiglia, valevole per la terza giornata di Ligue 1, era stata interrotta al 74° dopo l’invasione di campo da parte dei tifosi del Nizza. Un’azione scatenata da un gesto di stizza di Dimitri Payet che, mentre si apprestava a battere un calcio d’angolo, aveva lanciato verso la curva dei tifosi del Nizza una bottiglietta d’acqua che pochi istanti prima gli era stata tirata addosso e lo aveva colpito alla schiena (non era la prima volta che i tifosi del Nizza lanciavano oggetti in campo rivolti verso i giocatori dell’OM ogni qualvolta si apprestassero a battere i calci d’angolo). Dopo l’invasione e qualche attimo di caos in campo, la partita era stata interrotta per quasi un’ora e mezzo. Poi, il Nizza si era ripresentato in campo per riprendere la partita (in accordo con il prefetto regionale e con la terna arbitrale), mentre l’OM aveva deciso di non ripresentarsi, giudicando le misure di sicurezza insufficienti per la ripresa dell’incontro. L’arbitro Bastien, con una sola squadra in campo, aveva fischiato la fine della partita al 74° per assenza degli avversari, sul risultato di 1-0 (gol di Dolberg). Risultato che non era però stato omologato, ma congelato in vista delle sentenze arrivate questo mercoledì sera. Ora la partita dovrà riniziare dal primo minuto. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche