Messi: "Addio al Barça non me l'aspettavo, avevo altre offerte ma il Psg mi ha convinto"

IL RETROSCENA
©Getty

Il fuoriclasse argentino del Psg torna sull'addio al Barcellona: "Non me l'aspettavo, quando sono rientrato dalle vacanze pensavo che fosse tutto sistemato e che mancasse solo la mia firma. Il Psg mi ha trattato bene sin dall'inizio, abbiamo trovato un accordo velocemente. Pallone d'Oro? Non sono il favorito ma se dovessi vincerlo sarei estremamente orgoglioso"

LAPORTA: "HO SPERATO CHE MESSI RIMANESSE GIOCANDO GRATIS"

Leo Messi è stato colto di sorpresa dal mancato rinnovo di contratto con il Barcellona. Ad assicurarlo è lo stesso fuoriclasse argentino ai microfoni di France Football: "Francamente non me l'aspettavo - le sue parole - sono tornato a Barcellona per prepararmi alla nuova stagione dopo aver beneficiato della vacanza che mi aveva concesso Koeman. L'idea era quella di firmare il contratto e iniziare subito ad allenarmi. Pensavo che fosse tutto sistemato e che mancasse solo la mia firma". La realtà è però andata diversamente: "Mi hanno invitato a trovare un altro club perché il Barcellona non aveva risorse a sufficienza per rinnovare il contratto. Questo ha cambiato i miei piani".

"Accordo con il Psg raggiunto velocemente"

vedi anche

Paraguay, invasione per un selfie con Messi

Nell'intervista, Messi ripercorre i giorni dell'addio al Barcellona: "Da quel momento ho iniziato a chiedermi come sarei ripartito, dovevo trovare un nuovo club per continuare la mia carriera - racconta - per fortuna mi hanno cercato diversi club, tra cui il Psg che fin dall'inizio mi ha trattato molto bene: abbiamo raggiunto un accordo velocemente. Praticamente in un giorno. Sono grato al club perché oggi sono molto felice". Quella del Psg non è stata l'unica offerta recapitata alla stella di Rosario: "Ne ho ricevute altre,  ma sono stato convinto dal progetto, dai giocatori in squadra, dalla qualità del gruppo".

"Possiamo vincere la Champions"

A Parigi ha ritrovato volti noti come Di Maria, Paredes e Neymar: "Avere dei buoni amici quando devi ripartire da zero ti è di aiuto - assicura Messi - mi hanno agevolato nell'inserimento". Tra i compagni di reparto c'è anche Mbappé, che in estate è stato vicino al Real Madrid: "Alla fine è rimasto con noi ed è stata una bella notizia" spiega l'argentino, che in Francia ha scelto il numero 30. L'obiettivo è vincere la Champions, con una sensazione: "Penso che al Psg si possa fare ma dobbiamo prima conoscerci meglio come squadra".

"Coppa America, vittoria straordinaria"

leggi anche

Laporta: "Koeman resta sulla panchina del Barça"

Spazio anche alla corsa per il Pallone d'Oro: "Io il favorito per la vittoria? No, non amo neanche parlare prima dei risultati. Sarebbe grandioso vincere ancora il Pallone d'Oro, sarei estremamente orgoglioso. Il mio voto a chi andrebbe? Ho due compagni di squadra formidabili come Neymar e Mbappé, ma anche Lewandowski, che viene da una stagione incredibile, lo meriterebbe. Ultimamente ha molto peso per vincere la Champions League, l'Europeo o la Coppa America". Che Messi ha vinto in estate con l'Argentina: "Fa parte delle tanta cose molto forti successe quest'estate, con l'Argentina ho vissuto momenti straordinari. L'avevo sognato per molto tempo, vincere un titolo con la maglia della mia nazionale è stato incredibile".

"Il tridente del Psg è diverso dalla MSN a Barcellona"

Spazio anche per una considerazione sul tridente d'attacco del Psg, confrontato con la MSN ai tempi del Barcellona: "Eravamo giovani quando abbiamo iniziato a giocare insieme a Neymar - ricorda Messi - oggi il giovane è Kylian. Suarez e Mbappé sono giocatori molto diversi. Luis è un numero 9 puro, un centravanti di punta, particolarmente efficace in area avversaria e abituato a fare tanti gol. A Kylian piace toccare di più la palla. È un giocatore molto potente ed estremamente veloce, che ti fa male se gli dai spazio. Sono due giocatori spettacolari, ma con qualità molto diverse". Ora Mbappé e Neymar sono suoi compagni di squadra, come giocatori del calibro di Hakimi e Sergio Ramos: "Devo prima di tutto ammettere che non avrei mai immaginato di arrivare in un nuovo spogliatoio - spiega Messi - la nostra squadra è spettacolare e sono molto felice di far parte di questo spogliatoio con tutti questi grandi giocatori, che per di più sono bellissime persone".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche