Argentina, Bauza: "Se Federazione vuole vado via"

Mondiali
Edgardo Bauza: "Voglio solo il bene dell'Argentina" (Getty)
bauza_getty

Il ct dell'Albiceleste incontrerà a breve i vertici dell'AFA per decidere il suo futuro, a rischio dopo la sconfitta con la Bolivia. "Continuo a pensare che la squadra otterrà la qualificazione e vincerà il Mondiale"

"Se i vertici della Federazione decidono di esonerarmi, vado a casa". A dichiararlo è il ct dell'Argentina, Edgardo Bauza, sempre più vicino all'addio dopo il pesante ko contro la Bolivia, che rischia di estromettere l'Albiceleste dal prossimo Mondiale. "Se mi dicono che vogliono il cambiamento possiamo parlarne - continua l'allenatore alla tv argentina - Spiegherò tutto e dirò la mia, mi alzerò, stringerò le mani e andrò a casa. Quello che voglio è il bene della Nazionale e continuo a pensare che l'Argentina si qualificherà per il Mondiale in Russia e diventerà campione".

Secondo le ultime indiscrezioni il destino di Bauza sarebbe ormai segnato. L'AFA, che comunicherà presto la sua decisione, sta pensando prima a gestire la questione economica relativa alla rescissione con l'attuale ct e al pagamento di stipendi arretrati al Tata Martino e al suo staff. Tra i sostituti il nome più probabile al momento è quello di Sampaoli, attualmente legato al Siviglia, ma con cui il presidente del Boca Juniors, nonché vice presidente della Federazione argentina, ha ottimi rapporti. Quest'ultimo sta provando a convincere la società andalusa a liberarlo gratis o ad abbassare almeno il prezzo della clausola.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche