Argentina, Icardi verso l'esclusione col Perù. Sampaoli si affida a Benedetto e a una buona dose di... fortuna

Mondiali

Il ct verso l'esclusione di Icardi dal match con il Perù in favore dell'idolo della Bombonera. Poche le certezze e forse l'ipotesi di Papu Gomez dall'inizio. All'Albiceleste occorre vincere per compiere un passo decisivo verso la qualificazione. Diretta giovedì notte all'1.30 in esclusiva su Sky Sport 1

Due partite per conoscere la verità, la prima, contro il Perù, forse, è quella più complicata, nonostante si giochi in casa. Una vittoria dell'Argentina consentirebbe al ct Sampaoli di mettere una serie ipoteca sulla qualificazione a Russia 2018 distanziando il Perù, avversario diretto, e il Cile, possibile cavallo di ritorno. Non è più tempo di badare a fronzoli o innovazioni tattiche, Sampaoli si affiderà a quella che ritiene la formazione migliore e giocherà anche sull'aspetto emotivo dei suoi giocatori. La mancata convocazione di Higuaìn riporta le scelte offensive, quanto al ruolo di prima punta, destinate ai soli Mauro Icardi e Dario Benedetto. Difficile scegliere, forse non troppo. Si giocherà alla Bombonera, lo stadio del Boca, fattore che certamente conterà nell'idea del ct dell'albiceleste. Benedetto è l'idolo della "12", la curva degli Xeneizes e non metterlo in campo potrebbe significare avere parte della tifoseria se non contro, comunque meno calda del previsto. Per questo il favorito, su Icardi, rimane Benedetto mentre potrebbe essereci una sorpresa: il Papu Gomez dall'inizio. Il sacrificato? Dybala.

Poche certezze e una buona dose di... fortuna

Quanto alle altre scelte, al momento, gli unici sicuri di una maglia da titolare sono Messi, Romero, Otamendi, Mercado e Mascherano: 5/11 di una squadra tutta da disegnare. La situazione del girone è la seguente: Perù e Argentina appaiate con i primi avvantaggiati da una migliore differenza reti. Il Cile è a un solo punto di distanza, la Colombia quasi al sicuro con due lunghezze di vantaggio. Dopo il match con il Perù, l'Argentina giocherà in Ecuador contro una nazionale già eliminata mentre i peruviani dovranno vedersela ancora con la Colombia che potrebbe restare invischiata in questa lotta in caso di mancato successo con il Paraguay. Il Cile, a sua volta, affronterà l'Ecuador prima e poi farà visita a un Brasile già qualificato e forse con minori motivazioni. Dunque, Sampaoli scandaglierà tutte le risorse a propria disposizione valutando non soltanto gli aspetti tecnici e tattici, ma anche quelli ambientali riferiti alle scelte dell'undici titolare. E dovrà essere accompagnato, come ha ben dimostrao Olé, con una fotografia scattata proprio alla Bombonera, anche da una buona dosa di... fortuna.

I più letti