12 ottobre 2017

Infantino: "Stiamo lavorando per introdurre il VAR ai Mondiali di Russia 2018"

print-icon
Il presidente della FIFA Gianni Infantino, foto Getty

Il presidente della FIFA Gianni Infantino, foto Getty

Presente a Lione per l'ultima tappa del tour fra le città che ospiteranno i Mondiali femminili del 2019, il presidente della FIFA Infantino ha svelato di aver avviato le procedure per l'introduzione del Var a Russia 2018

Il VAR sembra aver convinto definitivamente anche Gianni Infantino, deciso ad introdurlo anche ai prossimi Mondiali. Il gol fantasma che ha permesso a Panama di staccare il pass per Russia 2018 ha spinto il presidente della FIFA ad alcune importanti considerazioni, le quali potrebbero cambiare radicalmente il volto della competizione iridata. Intervenuto a Lione per l'ultima tappa del tour fra le città che ospiteranno i Mondiali femminili del 2019, il numero uno della Federazione Internazionale calcistica non ha nascosto di aver già avviato le procedure per introdurre il VAR ai prossimi Mondiali di Russia 2018. "Quando ti giochi la qualificazione per il Mondiale e la partita si decide per un importante errore di interpretazione dell'arbitro, che può succedere perché gli arbitri sono essere umani e sbagliano come tutti, credo allora che sia arrivato il momento di correggere questi errori” sottolinea Infantino riferendosi al gol fantasma che ha permesso a Panama di qualificarsi ai Mondiali. “Quando il mondo intero vede un errore in pochi secondi e l'unico a non vederlo è l'arbitro, non perchè non vuole ma perchè non può, e c'è il modo di rimediare, allora bisogna fare un passo avanti".

Il VAR in Russia

Per evitare che quanto accaduto a Panama possa verificarsi anche nel corso dei Mondiali della prossima estate, Gianni Infantino ha sottolineato come il sistema di assistenza tecnologica nei confronti degli arbitri verrà con ogni probabilità sdoganato anche per Russia 2018. "Siamo pronti a implementare il VAR, non c'è nessuna indicazione negativa nei test che abbiamo condotto, dunque tutto fa credere che lo introdurremo anche per la competizione iridata. Ogni volta che il video è stato utilizzato ha dato esito positivo, confermando la decisione dell'arbitro o correggendone una sbagliata. L'obiettivo del Var non è quello di intervenire per i piccoli dettagli, ma quello di evitare che vengano commessi grandi errori".

I PIU' VISTI DI OGGI