Mondiali Russia 2018, tris per Uruguay e Portogallo. L'Inghilterra stende la Costa Rica, pari Islanda

Mondiali
Inghilterra_getty

Nelle ultime amichevoli giocate prima di volare in Russia, belle vittorie di Inghilterra, Portogallo e Uruguay. Pari invece per l'Islanda, che si fa rimontare due gol dal Ghana

LA GUIDA AI MONDIALI DI RUSSIA

LE 10 COSE DA SAPERE SUL MONDIALE DI RUSSIA

Meno di una settimana all’inizio dei Mondiali 2018, le Nazionali qualificate proseguono la propria marcia di avvicinamento giocando le ultime amichevoli prima della partenza verso la Russia. Buone le indicazioni per quanto riguarda l’Inghilterra e il Portogallo, mentre l’Islanda si addormenta dopo il doppio vantaggio sul Ghana, facendosi rimontare nel secondo tempo. Sorride infine anche l’Uruguay, che stende senza patemi l’Uzbekistan.

INGHILTERRA 2-0 COSTA RICA

(13' Rashford, 76' Welbeck)

Amichevole a senso unico quella giocata a Leeds, tra due squadre che parteciperanno entrambe ai prossimi Mondiali. L’Inghilterra non lascia scampo ai propri avversari, graziandoli in più di un’occasione. Alla fine le reti sono solo due, ma sarebbero potute essere molte di più visti gli errori sotto porta degli uomini di Southgate. Il risultato si sblocca dopo meno di un quarto d’ora, Rashford lascia partire una sassata di destro che non lascia scampo a Keylor Navas. Nel secondo tempo, poi, c’è spazio per il raddoppio di Welbeck, che si fa trovare pronto all’appuntamento con il cross perfetto di Alli. Sedicesimo gol in trentanove presenze con la maglia della Nazionale inglese per Welbeck, che si candida per un posto da titolare per la partita inaugurale contro la Tunisia, in programma a Volgograd il 18 giugno.

PORTOGALLO 3-0 ALGERIA

(17' Guedes, 37 B. Fernandes, 55’ Guedes)

Tanti sorrisi anche per il Portogallo, che a Lisbona si sbarazza con un secco 3-0 dell’Algeria. Buone indicazioni per il ct Fernando Santos soprattutto da Guedes, capace di aprire e chiudere l’incontro con una splendida doppietta. Nel mezzo, il gol di Bruno Fernandes, che mette il punto esclamativo su una partita dominata dai lusitani. Niente gol per Cristiano Ronaldo, sostituito al 74’ da André Silva.

ISLANDA 2-2 GHANA

(6’ Arnason, 40’ Finnbogason, 66’ Nuhu, 87’ Thomas)

Un tempo per uno a Reykjavík nella gara tra Islanda e Ghana. Partono forte i padroni di casa, che volano sul doppio vantaggio già nella prima frazione di gioco. Il risultato si sblocca grazie alla zampata di Finnbogason che, dopo soli sei minuti, fa 1-0. Il Ghana non riesce a reagire, l’Islanda amministra il gioco e al quarantesimo raddoppia. Ci pensa Finnbogason a bucare Ati e a mandare al riposo le squadre sul 2-0. Nella ripresa scende in campo un altro Ghana che, prima accorcia con Nuhu, e poi fa 2-2 a tre minuti dalla fine con il gol del centrocampista dell’Atletico Madrid Thomas Partey.

URUGUAY 3-0 UZBEKISTAN

(32’ Arrascaeta, 54’ Luis Suarez, 73’ José Gimenez)

Vince e convince l’Uruguay nell’amichevole giocata all’Estadio Centenario di Montevideo. Gli uomini di Tabarez non lasciano scampo all’Uzbekistan, rifilandogli un tris che non lascia dubbi circa l’andamento dell’incontro. Nonostante la superiorità tecnica dei sudamericani, il risultato si sblocca solo intorno alla mezz’ora, grazie alla rete di Arrascaeta. Gli ospiti reggono l’urto degli avversari, chiudendo il primo tempo sotto 1-0. Nella ripresa, un rigore di Suarez vale il 2-0, prima del tris definitivo di José Gimenez.

Le 5 partite imperdibili della fase a gironi

La cerimonia d’apertura del 14 giugno sulle note di “Colors”, inno ufficiale dei Mondiali di Russia scritto dal cantante Jason Derulo, vedrà in campo per la prima volta il pallone Telstar 2018 di ritorno dal viaggio nello spazio e il lupo-mascotte Zabivaka. Un gustoso antipasto prima della gara inaugurale Russia-Arabia Saudita in attesa che la fame di calcio degli appassionati dell’intero globo venga placata dalle sfide che vedranno protagoniste le grandi favorite della vigilia: Germania, Brasile, Argentina, Spagna e Francia.

Sulla carta sarà il “Gruppo D”, formato da Argentina, Croazia, Nigeria e Islanda, a offrire le partite più avvincenti e combattute. Ma scorrendo il calendario della prima fase a gironi è facile notare come non mancheranno i big match dall’esito incerto. Il primo appuntamento da non perdere è il derby iberico tra le Furie Rosse della Spagna e Portogallo nel “Gruppo B” (15 giugno ore 20). Due giorni dopo toccherà ai Campioni in carica della Germania che all’esordio nel “Gruppo F” se la vedranno con la Tricolor del Messico (17 giugno ore 17).

Messi e compagni esordiranno il 16 giugno contro la cenerentola Islanda, reduce da un fantastico Europeo, ma la sfida più entusiasmante del “Gruppo D” sembra essere Argentina-Croazia (21 giugno ore 20). Molto interessante si preannuncia anche l’ultimo turno del “Gruppo E” con la gara Serbia-Brasile (27 giugno ore 20) che potrebbe mettere in palio punti pesanti per la classifica finale del girone. Da segnalare, infine, il big match tra Inghilterra e Belgio nel “Gruppo G” (28 giugno ore 20), gara che di fatto chiuderà la fase a gironi completando il quadro delle 16 qualificate agli ottavi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche