Amichevoli internazionali: successi importanti per Serbia e Marocco, a segno Ljajic

Mondiali
serbia_getty

Diverse nazionali impegnate in test amichevoli, in molte pronte a scendere in campo per i Mondiali di Russia. Spiccano le vittorie della Serbia sulla Bolivia (5-1 con gol del giocatore del Torino) e del Marocco sull’Estonia (1-3)

SPAGNA, RITIRO MILIONARIO

RUSSIA 2018, IL PIANO ANTI-RAZZISMO

Altra giornata di amichevoli, quando mancano soltanto cinque giorni all’inizio dei prossimi Mondiali. In campo anche nazionali che non sono impegnate nella competizione più prestigiosa, come Lettonia e Azerbaigian, con gli azeri che vincono nettamente il confronto con gli avversari, ipotecando il successo già all’ora di gioco; solo per le statistiche la rete lettone nel finale.

Lettonia-Azerbaigian 1-3
Marcatori:
20’ Medvedev, 57’ e 63’ Imamverdiyev, 90+4’ Ikaunieks.

Lettonia (4-4-2): Nerugals; Gabovs, Dubra, Tarasovs, Maksimenko; Rugins, Ikaunieks, Torres, Fertovs; Karasausks, Sabala.
Azerbaigian (4-2-3-1): Agayev; Abbasov, Medvedev, Abishov, Pashaev; Garayev, Makhmudov; Abdullayev, Imamverdiyev, Alesgerov; Sheydaev.

Chi invece ci sarà ai Mondiali di Russia è l’Australia, che ha battuto nell’ultima amichevole l’Ungheria per 2-1: tante emozioni nel finale, con i due autogol che hanno fissato il punteggio finale. Gli australiani saranno in campo il 16 giugno, per affrontare la Francia, favorita a vincere il proprio girone. Prossimo impegno direttamente a settembre, invece, per l’Ungheria.

Ungheria-Australia 1-2
Marcatori:
74’ Arzani, 88’ aut. Sainsbury, 90+2’ aut. Kadar.

Ungheria (3-4-3): Gulacsi; Szabo, Vinicius, Kadar; Szalai, Vadocz, Sallai, Lovrencsics; Kleinheisler, J. Varga, R. Varga.
Australia (4-2-3-1): Ryan; Risdon, Milligan, Sainsbury, Behich; Luongo, Mooy; Leckie, Rogic, Kruse; Nabbout.

Qualificazione mancata sia per la Finlandia che per la Bielorussia, che nell’amichevole giocata oggi esce sconfitta per 2-0. Una rete per tempo, per i finnici, che si aggiudicano la contesa.

Finlandia-Bielorussia 2-0
Marcatori:
8’ Uronen, 75’ Yaghoubi.

Finlandia (4-4-2): Hradecky; Raitala, Halsti, Toivio, Uronen; Soiri, Kamara, Sparv, Lod; Karjalainen, Vayrynen.
Bielorussia (4-2-3-1): Scherbitskiy; Veretilo, Polyakov, Gavrilovich, Matvejchik; Kovalev, Baga; Karnitskiy, Skavish, Laptev; Shikavka.

Test positivo, invece, per il Marocco che batte l’Estonia per 3-1. A segno tra gli altri anche Ziyech su rigore, obiettivo di mercato della Roma. Gli africani torneranno in campo il 15 giugno, per l’esordio mondiale contro l’Iran.

Estonia-Marocco 1-3
Marcatori:
11’ Belhanda, 38’ rig. Ziyech, 72’ En-Nesyri, 76’ Purje.

Estonia: Aksalu, Vihmann, Pikk, Anier, Zenjov, Vassiljev, Juergenson, Mets, Kams, Dmitrijev, Kaljumaee.
Marocco (4-2-3-1):
Munir; Amrabat, Benatia, Saiss, Hakimi; Boussoufa, El Ahmadi; Ziyech, Belhanda, Harit; El Kaabi.

Segnali positivi anche per la Serbia, tra le nazionali più “italiane” che vedremo ai prossimi Mondiali, dove esordirà il prossimo 17 giugno contro la Costa Rica. In gol Adem Ljajic, tra i migliori in campo insieme a Mitrovic, autore di una tripletta; in campo anche Milenkovic, Kolarov e Milinkovic-Savic.

Serbia-Bolivia 5-1
Marcatori:
4’ Mitrovic, 19’ Ljajic, 23’ Mitrovic, 42’ Ivanovic, 48’ Campos, 68’ Mitrovic.

Serbia (4-2-3-1): Stojkovic; Ivanovic, Milenkovic, Tosic, Kolarov; Matic, Milinkovic-Savic; Tadic, Ljajic, Kostic; Mitrovic.
Bolivia (4-2-3-1): Viscarra; Anez, Haquin, Raldes, Sagredo; Bejarano, Justiniano; Saavedra, Campos, Sanchez; Arce.

Termina a reti inviolate la sfida tra Svezia e Perù, entrambe protagoniste ai Mondiali. Gli svedesi giocheranno la prima gara contro la Corea del Sud il prossimo 18 giugno, mentre i sudamericani si batteranno all’esordio contro la Danimarca il 16.

Svezia-Perù 0-0

Svezia (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Berg, Toivonen.
Perù (4-4-2): Gallese; Rodriguez, Advincula, Ramos, Trauco; Carrillo, Yotun, Tapia, Farfan; Cueva, Guerrero.

Danimarca-Messico 2-0

Marcatori: '71 Poulsen, '74 Eriksen 

Danimarca (4-3-3): Schmeichel; Dalsgaard, Kjaer, Christensen, Larsen; Kvist, Eriksen, Delaney; Poulsen, Joergensen, Pione Sisto. 

Messico (4-1-4-1): Ochoa; Salcedo, Castro, Moreno, Gallardo; Herrera, Giovani Dos Santos, Jonathan Dos Santos, Guardado, Corona; Peralta. 

Uno-due letale, la Danimarca batte il Messico in 3 minuti. Prima Poulsen, poi il solito Eriksen, l'arma in più dei danesi. 2-0 secco al Messico per un "antipasto" Mondiale, visto che entrambe le squadre andranno in Russia. Curiosità: in campo si sono sfidati Simon Kjaer ed Hector Moreno, tutti e due accumunati da un passato con la maglia della Roma. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche