Mondiali Russia 2018, un selfie di un tifoso mette a rischio la spalla di Salah

Mondiali

Reduce dall'infortunio alla spalla rimediato nella finale di Champions, Momo Salah è sbarcato in Russia con l'obiettivo di scendere in campo contro l'Uruguay. Ma all’arrivo della nazionale egiziana un tifoso ha rischiato di compromettere la riabilitazione del suo beniamino per scattare un selfie

RUSSIA 2018: CALENDARIO E GIRONI

SALAH: "RAMOS? MI FA RIDERE"

L’emozione, indescrivibile, di ritrovarsi a pochi centimetri dal proprio idolo fa perdere decisamente la lucidità. È ciò che è accaduto all’arrivo della nazionale egiziana alla struttura che la ospiterà nel corso della fase a gironi, quando dal pullman è sceso Mohamed Salah. Prontamente, un tifoso è riuscito ad avvicinarsi al giocatore per ottenere un selfie e gli ha messo il braccio sulla spalla tirandolo a sé. Già, proprio la spalla infortunata nella scorsa finale di Champions League, con l’attaccante costretto ad uscire e che nel frattempo sta tentando un recupero record per esserci fin dalla prima sfida con l’Uruguay. Non ha trattenuto una leggera smorfia, il giocatore, che poi si è concesso ugualmente allo scatto nonostante le pressioni della security per allontanare il tifoso invadente.

Salah, pronto per la Russia

I prossimi giorni saranno determinanti per capire se Salah sarà o meno in grado di essere a disposizione già per la sfida contro l’Uruguay, che si giocherà venerdì 15 giugno alle ore 14. Molto più probabile il suo completo recupero per la seconda partita della fase a gironi, che vedrà l’Egitto contrapposto alla Russia, il paese ospitante di questa edizione dei Mondiali. "Forse potrebbe iniziare in panchina, ma una decisione finale non e' stata ancora presa", ha dichiarato oggi il medico del team egiziano, Mohamed Abouelela. Salah ha fatto una mezz'ora di corsa sul campo dove si stavano allenando i compagni di squadra nel ritiro di Grozny in vista della partita a Ekaterinburg. "Sta facendo sessioni di fisioterapia alla spalla e si allena in palestra - ha spiegato il direttore esecutivo della nazionale, Eihab Leheit - Speriamo che possa essere in campo con l'Uruguay". A Grozny c'e' anche un fisioterapista del Liverpool per aiutare nel recupero del giocatore e Leheit ha negato con forza che il club inglese stia facendo pressioni sugli egiziani per non far giocare Salah prima che si sia completamente ristabilito.

I più letti