Danimarca-Australia 1-1: apre Eriksen, risponde un rigore di Jedinak

Al termine di una partita equilibrata ma non bellissima, danesi e australiani si sono fermate a vicenda sull'1-1: apre le marcature Eriken con un gral sinistro di prima intenzione, il pareggio arriva a pochi minuti dal termine del primo tempo col rigore di Jedinak, decretato con l'aiuto del Var dall'arbitro spagnolo Laoz. Nella ripresa poche vere occasioni, anche se è stata l'Australia a spingere di più

DANIMARCA-AUSTRALIA: LE STATISTICHE LIVE

DANIMARCA-AUSTRALIA: LA CRONACA

MONDIALI, CALENDARIO E GIRONI

DANIMARCA-AUSTRALIA 1-1

7 Eriksen (D), 39' Jedinak rig. (A)

Danimarca (4-2-3-1): Schmeichel 6,5; Dalsgaard 6,5, Kjaer 7, Christensen 6,5, Stryger Larsen 6; Schone 6, Delaney 5,5; Poulsen 5 (59' Braithwaite 6), Eriksen 6,5, Sisto 6; Jorgensen 6,5 (68' Cornelius 5,5). Ct. Hareide.
Australia (4-3-3): Ryan 6; Risdon 6, Milligan 6, Sainsbury 5,5, Behich 6,5; Mooy 6,5, Jedinak 6,5; Leckie 7, Rogic 5 (82' Irvine sv), Kruse 5,5 (68' Arzani 6,5), Nabbout 6,5 (75' Juric 5,5). Ct. van Marwijk.

Ammoniti: Poulsen e Sisto

1 nuovo post
- di Redazione SkySport24

FINALE: DANIMARCA-AUSTRALIA 1-1

7 Eriksen (D), 39' rig.Jedinak (A)

- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24

93' - Non c'è più tempo per l'Australia, è finita a Samara

- di Redazione SkySport24

90' - Saranno 3 i minuti di recupero

- di Redazione SkySport24
90' - Lampo di Eriksen, ma il suo destro al volo dal limite dell'area si spegne a lato
- di Redazione SkySport24
88' - Doppia grandissima occasione per l'Australia: prima Arzani riesce a entrare in area sulla sinistra e a scaricare un destro potentissimo che Schmeichel però respinge. Sullo sviòluppo dell'azione la palla arriva dalla sinistra a Leckie che, nonostante l'ostruzione involontaria di Juric, riesce a colpire bene e a impensierire il portiere danese
- di Redazione SkySport24
85' - Ammonito Pione Sisto, secondo giallo per la Danimarca
- di Redazione SkySport24

85' - Ultimi 5 minuti dei tempi regolamentari: negli ultimi dieci il ritmo è calato notevolmente e le squadre hanno sbagliato più di qualche passaggio decisivo in mezzo al campo

- di Redazione SkySport24
 
Nabbout esce dal campo con la spalla dolorante
- di Redazione SkySport24
81' - Altro cambio per l'Australia: fuori il talentino Rogic, poco brillante per la verità, dentro Irvine. van Marvijk con questa mossa vuole chiaramente coprirsi
- di Redazione SkySport24
80' - Brivido per la difesa della Danimarca: la palla arriva larga sulla destra ad Arzani che si impegna per tenerla in campo, riesce a superare Pione Sisto con una magia e mette al centro un pallone velenoso sul quale però non riesce a intervenire nessuno
- di Redazione SkySport24
 
Il momento in cui il giovane Arzani riceve le ultime indicazioni prima di scendere in campo
- di Redazione SkySport24
75' - Infortunio alla spalla destra per il centravanti dell'Australia Nabbout: van Marvijk è costretto a cambiarlo e manda in campo Tomi Juric del Lucerna
- di Redazione SkySport24
73' - Buona replica danese con Pione Sisto che arriva al tiro dopo una grande azione di fisico di Cornelius: il destro a giro dai 20 metri si spegne a lato di pochissimo
- di Redazione SkySport24
72' - Ci prova Rogic per l'Australia, la sua conclusione da fuori, ovviamente di sinistro, si spegne tra le braccia di Schmeichel ben appostato
- di Redazione SkySport24
71' - Australia ancora pericolosa, la partita ora sembra essere a favore degli Aussie: grande conclusione da fuori di Mooy che si spegne a pochi centimetri dall'incrocio
- di Redazione SkySport24
69' - Doppio cambio: nella Danimarca entra Cornelius dell'Atalanta per Jorgensen; nell'Australia è arrivato il momento dell'esordio del giocatore più giovane di questo Mondiale, Daniel Arzani, per Kruse
- di Redazione SkySport24
68' - Ottima chance per l'Australia: sul cross dalla sinistra di Behich, Schmeichel va a vuoto e sul controcross di Kruse Dalsgaard si deve impegnare per anticipare Kruse
- di Redazione SkySport24
67' - Buona occasione, almeno potenziale, per l'Australia, ma Rogic, al momento dell'assist decisivo per Kruse sbaglia la misura del passaggio
- di Redazione SkySport24
64' - La Danimarca ci prova ma la combinazione tra Jorgensen e Braithwaite non si chiude a causa dell'errore di misura nel passaggio del giocatore del Bordeaux
- di Redazione SkySport24
59' - Primo cambio della gara per la Danimarca: fuori Yussuf Poulsen, già ammonito, dentro Braithwaite del Bordeaux 
- di Redazione SkySport24

57' - La partita, pur rimanendo non bellissima, ora è apertissima a qualsiasi risultato, con le due squadre che alternano continui capovolgimenti di fronte

- di Redazione SkySport24
56' - Cresce l'Australia, buona manovra ad aggirare la difesa della Danimarca: il cross dalla destra però è troppo lungo
- di Redazione SkySport24
55' - E sulla ripartenza degli Aussie corre un brivido sulla schiena dei difensori danesi: sul cross dalla sinistra di Behich, però, Dalsgaard anticipa Leckie
- di Redazione SkySport24
54' - Altro errore in ripartenza di Eriksen, che sbaglia un tocco facile facile e fa ripartire l'Australia. Il trequartista del Tottenham sembra non essere rientrato in campo in questo secondo tempo
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
51' - Grande occasione per la Danimarca. Yussuf Poulsen entra nella difesa avversaria sulla destra, arriva al limite e riceve una spinta da dietro, ma prima di cadere riesce a toccare per Pione Sisto che da ottima posizione calcia di destro a giro ma trova la deviazione decisiva di un difensore, non vista però dalla terna arbitrale
- di Redazione SkySport24
49' - Buona ripartenza danese ma Jorgensen porta troppo palla e alla fine non si capisce con Pione Sisto
- di Redazione SkySport24
48' - Danimarca, occasione sfumata. Lancio lungo per Delaney che di petto la appoggia a Jorgensen: il centravanti però non ci crede e la palla si perde sul fondo
- di Redazione SkySport24
47' - E' ripartita bene l'Australia, subito due folate offensive a mettere apprensione alla difesa danese: l'ultima iniziativa, di Leckie, viene fermata da Christensen
- di Redazione SkySport24
45' - Si riparte a Samara, Laoz fischia l'inizio del secondo tempo
- di Redazione SkySport24
 
La decisione di Laoz in occasione del rigore a favore dell'Australia e le proteste dei danesi
- di Redazione SkySport24
Danimarca sostanzialmente superiore in questo primo tempo a Samara, nel quale però l'Australia ha avuto il merito di non mollare mai ed è stata premiata dall'episodio (casuale e abbastanza fortunato) del rigore causato dal fallo di mano di Yussuf Poulsen sul colpo di testa di Leckie. Nei primi 30 minuti, però, i danesi avevano controllato a loro piacimento il gioco, trovando buone trame e mettendo in mostra la loro migliore tecnica. Molto bene Jorgensen, sia per i movimenti, sia per le sponde ai suoi compagni. Benissimo, come quasi sempre, Eriksen, stellina della squadra, che con un gran sinistro, proprio su grande assistenza dell'attaccante del Feyenoord è riuscito a trovare il vantaggio. Unica pecca per gli scandinavi, forse quella di non aver spinto troppo alla ricerca della seconda rete. Tra pochissimo si torna in campo per la ripresa
- di Redazione SkySport24
 
Le statistiche del primo tempo
- di Redazione SkySport24
La concentrazione di Jedinak al momento del rigore dell'1-1
 
Palla a sinistra, il portiere va a destra: è gol
 
 
E il capitano barbuto può esultare con tutta la sua grinta
- di Redazione SkySport24
FINE PRIMO TEMPO: DANIMARCA-AUSTRALIA 1-1
7 Eriksen (D), 39' Jedinak rig. (A)
- di Redazione SkySport24
Come ci ricorda il profilo twitter di Opta, il rigore di Jedinak interrompe la striscia di imbattibilità di Schmeichel che si ferma a quota 571 minuti
- di Redazione SkySport24
 

 

- di Redazione SkySport24
41' - Pericolo per la difesa dell'Australia: da una punizione sulla destra la palla arriva sul secondo palo e dopo essere stata lisciata da un paio di giocatori sbatte sulla gambe dell'ex Inter Sainsbury che per poco non fa autogol
- di Redazione SkySport24
40' - Sull'onda dell'entusiasmo l'Australia sull'onda dell'entusiasmo crea un altro pericolo con un tiro cross di Leckie sul quale nessuno riesce a intervenire
- di Redazione SkySport24
Il centrocampista australiano, freddissimo, spiazza Schmeichel calciando alla sinistra del portiere del Leicester. Laoz, dopo aver decretato il rigore (nettissimo), ammonisce Yussuf Poulsen, che era già stato ammonito contro il Perù (sempre in occasione del rigore causato)  e per questo sarà squalificato contro la Francia
- di Redazione SkySport24
39' - GOL DI JEDINAK SU RIGORE, PAREGGIA L'AUSTRALIA: 1-1!!!!!
- di Redazione SkySport24
38' - RIGORE PER L'AUSTRALIA: Mano di Yussuf Poulsen in area sul colpo di testa di Leckie: Laoz viene chiamato dalla cabina Var, va a vedere il monitor e decreta la massima punizione
- di Redazione SkySport24
 
Tim Cahill comincia a scaldarsi
- di Redazione SkySport24
31' - Reazione Australia con Kruse che arriva al tiro da ottima posizione dopo una grande azione sulla destra di Leckie: la sua conclusione però viene stoppata da Christensen
- di Redazione SkySport24
25' - La Danimarca sembra aver capito come poter far male all'Australia, sono già diversi i lanci lunghi tentati e riusciti a favore di Jorgensen che gestisce bene la palla e la smista con efficacia verso i suoi compagni
- di Redazione SkySport24
24' - Altra grande occasione per la Danimarca con Jorgensen che anticipa i centrali australiani sul cross dalla destra di Dalsgaard e mette di pochissimo a lato
- di Redazione SkySport24
23' - La replica dell'Australia è affidata al mancino di Rogic, nettamente il più forte dei suoi: il trequartista del Celtic avanza indisturbato fino ai 20 metri e lascia partire un tiro che si spegne un metro alla sinistra della porta di Schmeichel
- di Redazione SkySport24
22' - Occasione per la Danimarca: la palla arriva sulla trequarti a Pione Sisto che non ci pensa un attimo e lascia partire un gran sinistro verso la porta di Ryan. Conclusione centrale, facile la parata del numero 1 australiano
- di Redazione SkySport24
19' - Sortita offensiva dell'Australia che prova a sfondare sulla sinistra: bel filtrante di Rogic per Kruse che prende alle spalle Dalsgaard ma viene fermato da Kjaer che rimedia anche la rimessa dal fondo
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
16 ' - Punizione sulla trequarti sinistra per la Danimarca, la difesa dell'Australia libera senza correre pericoli
- di Redazione SkySport24
13' - La Danimarca in questo momento sembra padrone del campo, l'Australia fa fatica a controllare le geometrie degli scandinavi e non riesce a ripartire con pericolosità
- di Redazione SkySport24
 
La conclusione mancina di Eriksen
 
 
Sulla quale Ryan non può far nulla
 
 
Poi l'esultanza del danese del Tottenham
- di Redazione SkySport24
Il gol della Danimarca arriva dopo una bella combinazione tra Jorghensen e il trequartista del Tottenham, liberato in area dal tocco di esterno destro del centravanti del Feyenoord, bravissimo a controllare in precedenza un pallone arrivato da Sisto: il sinistro di prima intenzione del giocatore danese si infila sotto la traversa e non lascia scampo a Ryan
- di Redazione SkySport24
7' - DANIMARCA IN VANTAGGIO, GRANDE GOL DI ERIKSEN: 1-0!!!!
- di Redazione SkySport24
5' - Arriva la risposta degli Aussie con Leckie che svetta di testa su un angolo dalla destra ma non riesce a trovare lo specchio difeso da Schmeichel
- di Redazione SkySport24
4' - Possesso palla per la Danimarca, l'Australia aspetta e si difende con linee compatte
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
2' - Subito in avanti la Danimarca: angolo dalla sinistra, dopo lo scambio la palla arriva a Delaney che di testa manda a lato
- di Redazione SkySport24

1' - Dopo gli inni nazionali è arrivato il fischio d'inizio

- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
 
Kasper Schmeichel, grande protagonista della partita vinta contro il Perù, è pronto a fermare anche gli attaccanti australiani
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
 
I parastinchi di Tim Cahill, ovviamente griffati tc4, sono pronti. Ma ha usato i cerotti?
- di Redazione SkySport24
 Aaron Mooy, centrocampista dell'Huddersfield, si scalda sul terreno di gioco 
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
 
Tifosi danesi fuori dalla Samara Arena
 
 
Gli australiani, invece, fanno festa all'interno
- di Redazione SkySport24
 
 
- di Redazione SkySport24
Un solo cambio, invece, per il norvegese Hareide che rispetto alla partita vinta per 1-0 contro il Perù toglie il centrocampista del Copenaghen William Kvist e inserisce il mediano dell'Ajax Schone. In mezzo al campo la qualità di Eriksen, sulle fasce la velocità e l'estro di Pione Sisto e Yussuf Poulsen, autore del gol decisivo della prima giornata
- di Redazione SkySport24
Nessun cambio per ct van Marwijk nell'undici titolare rispetto alla squadra che ha perso, ma con onore, contro la Francia di Pogba. Sarà ancora un 4-2-3-1 nel quale Nabbout sarà il centravanti, con il terzetto composto da Leckie, Rogic e Kruse alle sue spalle. In mezzo la potenza di Jedinak, in difesa conferma per l'ex Inter Sainsbury
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
Tim Cahill, che partirà ancora una volta dalla panchina, parla con Tomi Juric prima della partita
- di Redazione SkySport24
Fuori dallo stadio l'atmosfera si scalda
- di Redazione SkySport24
 
- di Redazione SkySport24
FORMAZIONI UFFICIALI: 

Danimarca (4-2-3-1): Schmeichel; Dalsgaard, Kjaer, Christensen, Stryger Larsen; Schone, Delaney; Poulsen, Eriksen, Sisto; Jorgensen. Ct. Hareide.

Australia (4-2-3-1): Ryan; Risdon, Milligan, Sainsbury, Behich; Mooy, Jedinak; Leckie, Rogic, Kruse; Nabbout, . Ct. van Marwijk.

- di Redazione SkySport24
Buongiorno da Samara e buon Mondiale a tutti, manca meno di un'ora all'inizio della prima partita di oggi: Danimarca-Australia
- di Redazione SkySport24

Minimo sforzo, massimo risultato. O quasi, ma poco cambia. Una Danimarca più concreta che spettacolare si aggrappa al talento del suo gioiello più luminoso ed esce imbattuta e decisamente ottimista, almeno per il passaggio del turno, dalla partita contro l'Australia. Gara spigolosa, non bellissima, certamente combattuta, ma nella quale entrambe le squadre hanno mostrato pecche di personalità e tecnica: alla fine ne è uscito un 1-1 abbastanza corretto che, come detto, e solo grazie ai risultati della prima giornata, premia più i danesi che gli australiani, chiamati ora a sperare nella Francia (sia contro il Perù che contro la Danimarca all'ultima giornata) e a battere nella terza partita il Perù. La gara ha vissuto il suo primo sussulto dopo 7 minuti, quando una grandissima giocata del centravanti danese Jorgensen ha permesso l'altrettando pregevole conclusione mancina di Eriksen, che, di prima intenzione, ha fulminato Ryan dai 14 metri. Dopo il vantaggio la Danimarca ha amministrato bene e ha preso in mano la partita, creando qualche pericolo alla difesa dell'Australia e dimostrando una buona organizzazione difensiva, grazie anche all'ottima prova di Kjaer e Christensen, i due centrali. Poi, alla mezzora, l'episodio che ha cambiato (anche se solo in parte la gara) e riequilibrato il punteggio: su una punizione dalla destra Leckie svetta più alto di tutti ma trova la mano protesa di Yussuf Poulsen, che, dopo aver procurato il rigore a favore del Perù nel primo tempo, causa la seconda massima punizione ai danni della propria nazionale. Laoz non se ne accorge, viene richiamato dal Var e dopo aver effettuato l'on field review fischia il rigore e ammonisce Poulsen, che, già diffidato, ora sarà costretto a saltare la decisiva partita contro la Francia. Dal dischetto capitan Jedinak non si fa intimidire e spiazza Schmeichel, diventando così l'unico giocatore nella storia del Mondiale ad aver segnato più di tre gol e tutti quanti su rigore. Nella ripresa ci si potrebbe aspettare la reazione della Danimarca, che in caso di vittoria avrebbe praticamente staccato il pass per gli ottavi, e invece a venir fuori è la disperazione la voglia di vincere di una squadra, quella australiana, in grado di mettere in campo comunque un buon mix di muscoli e talento. Molto bene Leckie, male invece il talentuoso Rogic, eccessivamente innamorato del proprio sinistro, non male il centravanti. La sorpresa, però, anche se in campo solo per 22 minuti, è il più giovane di tutti, quel Daniel Arzani che aveva già fatto parlare di sé nelle ultime due amichevoli prima del Mondiale e che dal momento del suo ingresso in campo ha messo in seria difficoltà la difesa danese. Che si è difesa, per la verità senza soffrire nemmeno troppo. E che ora aspetta la partita della verità. Quella nella quale non si potrà speculare come fatto nel pomeriggio di Samara.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche