Spagna, il Ct Luis Enrique: "Sono entusiasta e motivato"

Mondiali
Luis_Enrique

Il nuovo Ct spagnolo parla per la prima volta dopo l'ufficialità del suo incarico: "Non so se è un sogno, ma sono entusiasta e molto motivato. Le critiche non mi preoccupano, fanno parte di questo mestiere"

UFFICIALE: LUIS ENRIQUE È IL NUOVO CT DELLA SPAGNA

È l'uomo scelto dalla Federazione spagnola per guidare la Nazionale dopo la delusione per l'eliminazione dal Mondiale in Russia arrivata con Hierro in panchina e 'figlia' anche del caos generato dall'allontanamento dell'ormai ex Ct spagnolo Julen Lopetegui a pochi giorni dall'inizio della Coppa del Mondo. Intervistato da Deportes Cuatro, Luis Enrique non nasconde tutta la sua felicità per il nuovo incarico da Commissario tecnico della Spagna: "Non so se è un sogno, ma questo incarico mi entusiasma. Ho avuto la fortuna di far parte della Nazionale da giocatore, ho sofferto e giocato con la maglia della Spagna in tante manifestazioni e adesso sono molto contento e motivato. Le critiche? So cosa significa essere allenatore, la critica è annessa a qualsiasi carica in questo Paese", ha affermato Luis Enrique.

"Tratterò la stampa come merita, non cambierò a 48 anni"

Nella sua prima intervista da nuovo Commissario tecnico della Spagna, Luis Enrique ha poi proseguito: "Ho molta voglia e grandi ambizioni. Cosa dico a chi mi definisce antimadridista? Dico loro che li amo moltissimo". Chiusura finale sui rapporto con la stampa: "Saranno come sempre, tratterò i giornalisti come meritano. Ho 48 anni ed è difficile che cambi, sono cosciente di quanto sono arrivato lontano nella mia carriera”, ha concluso il nuovo commissario tecnico della Spagna Luis Enrique.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche