Convocati Italia, Balotelli e le possibili novità per lo stage della Nazionale

stage italia

Il ritorno di Mario Balotelli sarà la notizia principale dei convocati del ct Mancini per lo stage della Nazionale (da mercoledì a venerdì a Coverciano). Nella lista potrebbero però esserci anche altre novità...

NAZIONALE: I 35 CONVOCATI DI MANCINI PER LO STAGE

Tre giorni di stage azzurro. Anzi di casting. Roberto Mancini diramerà questo lunedì una lista allargata di giocatori per lo stage previsto a Coverciano da mercoledì e, tra i nomi tra cui cercare gli azzurri per i play off Mondiali di marzo, ci sarà quello di Mario Balotelli.

Il ritorno di Balo

approfondimento

Balo torna in Azzurro, chi c'era alla sua prima?

L'uso di liste allargate è diventata col tempo una consetudine per il ct della nazionale, alle prese con impegni ravvicinati e infortuni: ma stavolta è ancora più necessario, visto che per Mancini si tratta di capire di persona in tre giorni di lavoro quali giocatori siano adatti alle esigenze azzurre. In testa, quelle di un attacco in crisi (Belotti è ancora fermo). Si aprono le porte dunque per un provino di Mario Balotelli, il grande esiliato azzurro: Mancini in queste ore ne ha parlato al telefono col suo allenatore all'Adana in Turchia, Vincenzo Montella, e Balotelli si prepara a ritrovare azzurro e Mancini 3 anni dopo l'ultima chiamata dell'attuale ct. 'SuperMario' sparì dai radar, smarrito in B tra Brescia e Monza, ora in Turchia ha segnato 8 gol, sembra aver trovato continuità ed equilibrio e Mancini valuta di dargli un'altra chance, a 32 anni.

Tentazione Joao Pedro, Luis Felipe e Frattesi

I fari del ct sono puntati anche su Joao Pedro, brasiliano del Cagliari dal passaporto italiano: ha segnato contro la Fiorentina, si è procurato un rigore, lo ha sbagliato e poi ha evitato i microfoni più per la delusione di non aver dato il colpo del ko alla Fiorentina che per evitare imbarazzi sulla nazionale azzurra, che ha già dichiarato di volere. "La nazionale? Se fosse così sono contento. Se la merita", ha detto Mazzarri, anticipando la possibile scelta del ct. Lo staff azzurro ha poi seguito da vicino anche Luiz Felipe, difensore brasiliano della Lazio ma cn passaporto italiano: una pedina che potrebbe tornare utile, visti i problemi fisici di Chiellini ed Acerbi. E poi c’è Frattesi: il talento del vivaio Roma è esploso al Sassuolo con Sacamacca e Raspadori, per lui potrebbe essere la prima volta con la nazionale maggiore.