Mancini dopo Italia-Rep. Ceca: "Test di buon auspicio, possiamo ancora migliorare"

Nazionale
©LaPresse

Il Ct soddisfatto per il 4-0 di Bologna contro la Repubblica Ceca: "Partita giocata bene, affrontata nel modo giusto. Dobbiamo fare il nostro gioco, siamo offensivi, attacchiamo e difendiamo bene. Serve un buon equilibrio, sarà importante la mentalità". Compleanno e gol per Insigne: "Sarà emozionante giocare con il pubblico contro la Turchia".  Esordio per Raspadori: "Gioia incredibile, sono senza parole"

ITALIA PRONTA PER GLI EUROPEI: 4-0 ALLA REPUBBLICA CECA

"Abbiamo giocato bene e affrontato la partita nel modo giusto contro un'ottima squadra". Roberto Mancini promuove la sua Italia, che vince e convince nell'ultimo test prima dell'esordio nell'Europeo. Nel 4-0 alla Repubblica Ceca ci sono le reti di Immobile, Barella, Insigne e Berardi. "All’inizio ci abbiamo messo qualche minuto a carburare, ma volevo vedere la squadra giocare così, è la mia Nazionale - spiega il Ct a Rai Sport - dobbiamo migliorare sotto tanti punti di vista, credo possa essere una buona cosa. Insigne e Berardi spaccano le partite? Dobbiamo fare il nostro gioco. Siamo una squadra offensiva, dobbiamo attaccare e difendere quando c'è da difendere. Sarà importante la mentalità". Applausi per l'attaccante del Napoli, a segno nel giorno dei suoi 30 anni. "Ha fatto un bel gol - ammette Mancini - è il suo compleanno e credo sia una bella giornata per lui". Testa all'esordio di venerdì 11 contro la Turchia a Roma: "Dobbiamo migliorare, siamo giovani e ci sono tanti punti di vista dove possiamo fare meglio. Fare un'amichevole così è però un buon segno. Ora stiamo insieme, stiamo bene e questo è importante". In conferenza stampa il Commissario Tecnico ha parlato anche del recupero di Marco Verratti in vista dell'esordio europeo di venerdì 11 giugno: "Sta facendo passi da gigante, spero di poterlo recuperare già con la Turchia. Lo vedo molto bene".

Insigne: "Non potevo farmi un regalo migliore"

approfondimento

I bomber dell'era Mancini: Immobile sale in vetta

30 anni sulla carta d'identità e gol sul campo per Lorenzo Insigne. "Non potevo farmi un regalo migliore - assicura - sono contento soprattutto perché abbiamo fatto una grande prestazione. Manca una settimana all'Europeo, ora recuperiamo energie e iniziamo nel miglior modo possibile. Io leader? Mi sento vecchio (ride, ndr). Sento la fiducia del mister e cerco di fare il meglio. Mancini ha creato un grande gruppo, un grande spirito e ha messo ognuno nelle condizioni di esprimersi al meglio e divertirsi. Stiamo giocando un grande calcio". Lo sguardo è alla Turchia: "Sarà una bella emozione, non siamo più abituati a giocare col pubblico anche se saranno solo 16mila persone. Dove possiamo arrivare? Credo sia ancora presto, ora è importante avere consapevolezza dei nostri mezzi. Oggi era un grande test e abbiamo fatto tutti una grande partita".

Berardi: "Grande partita, lavoro per essere titolare"

Maglia da titolare e gol per Domenico Berardi. "Ho saputo ieri che sarei partito dal primo minuto- ammette l'attaccante del Sassuolo - stasera ho giocato una grande partita ma devo provare a fare ancora meglio. Ipoteca per un posto contro la Turchia? Io cerco sempre di dare il massimo negli allenamenti poi le scelte le farà il mister. Poi vedremo chi giocherà tra me, Chiesa e Bernardeschi ma siamo tre giocatori forti". Poi un commento sulla prestazione di squadra: "A parte i primi minuti, quando dovevamo prendere il ritmo del gioco, sono contentissimo perché questo era un test importante per prepararci al meglio all'esordio nell'Europeo. Dove possiamo arrivare giocando così? Spero il più in alto possibile".

Gioia Raspadori: "Emozione indescrivibile"

approfondimento

Esordienti in Azzurro: con Mancini sono già 35

Esordio in Azzurro e grande emozione per Giacomo Raspadori. "Vivere l'esordio nella mia città con la mia famiglia davanti  è stato incredibile, sono senza parole" spiega il 21enne del Sassuolo, che ha iniziato a giocare a calcio a 15 minuti proprio da Bologna: "Mi è passato davanti tutto il percorso, con i momenti belli e brutti che ci sono stati. Credo che quando si dà il massimo ogni giorno per quello che si ama ci si sente anche pronti e si è convinti di poter affrontare le cose. Quando ho capito che il Ct mi avrebbe portato all'Europeo? Lo sto ancora realizzando. Devo ringraziarlo per avermi dato questa possibilità". Una battuta sulle caratteristiche tecniche diverse dai compagni di Nazionale: "Sicuramente sono diverso da Belotti e Immobile anche a livello fisico. Sono brevilineo e avere loro come compagni di squadra è una fortuna. Prima erano avversari e li ammiravo, cercherò ogni giorno di rubargli qualcosa".

Lo speciale "L’Italia del Mancio - La Rinascita". Da oggi on demand su Sky

 

In attesa che gli Azzurri scendano in campo per l’esordio agli Europei, da oggi è disponibile on demand lo speciale "L’Italia del Mancio – La Rinascita" per ripercorre tutto quello che è successo dalla mancata qualificazione al Mondiale di Russia 2018 fino ad oggi. Un viaggio a ritroso per raccontare la rinascita della Nazionale sotto la guida di Roberto Mancini. 

Italia Mancio

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche