Turchia-Italia, Chiellini: "Vissuta una pagina triste, ma ci rialzeremo"

italia
©Getty
chiellini italia

Il capitano azzurro dopo l'amichevole in Turchia: "Questa sera ci aspettavamo di disputare un'altra partita e non possiamo negarlo". Raspadori: "Vissuti giorni tosti, siamo ripartiti da zero". Cristante: "Nel calcio c'è poco tempo per piangersi addosso"

TURCHIA-ITALIA 2-3, LA CRONACA

"Questa sera ci aspettavamo di disputare un'altra partita e non possiamo negarlo". Non usa giri di parole Giorgio Chiellini che non nasconde la delusione dopo la mancata qualificazione dell'Italia al Mondiale. Il capitano azzurro ha affidato il suo pensiero ai social dopo la vittoria nell'amichevole contro la Turchia: "Giovedì è stata una pagina triste nelle nostre carriere, rimarrà sempre un grande vuoto dentro di noi - scrive Chiellini su Instagram - Ma nello sport, così come nella vita, bisogna avere la forza di rialzarsi. Sempre. E questi ragazzi potranno scrivere altre pagine importanti della storia del calcio italiano e farci vivere ancora quelle emozioni che abbiamo avuto la fortuna di provare la scorsa estate. Sempre e comunque".

Raspadori: "Giorni tosti, siamo ripartiti da zero"

leggi anche

L'Italia riparte da Raspadori: Turchia battuta 3-2

L'amichevole vinta 3-2 a Konya contro la Turchia ha regalato a Giacomo Raspadori la prima doppietta in carriera con la Nazionale. La gioia, tuttavia, è solo a metà per l'attaccante del Sassuolo visto il risultato di giovedì scorso: "È stata una delusione, per questo penso che siamo stati doppiamente bravi ad affrontarla con l'approccio giusto. Il segnale che volevamo dare era quello di rialzarsi subito, penso che lo abbiamo fatto nonostante qualche difficoltà all'inizio". Raspadori ha poi raccontato i giorni vissuti a Coverciano dopo l'eliminazione: "Sono stati giorni tosti, ma grazie ai veterani abbiamo avuto l'umiltà di ripartire da zero. Ci fanno sentire pronti anche se le critiche sono tante e pesanti. Quando si ha un grande successo, il giorno dopo deve finire lì e dev'essere così anche con le sconfitte, perché le scorie si portano dietro per tanto tempo mentre le vittorie si dimenticano troppo presto". 

Cristante: "Era importante avere una reazione forte"

leggi anche

Mancini: "Bella reazione, ma i rimpianti restano"

A segno contro la Turchia anche Bryan Cristante, tornato al gol in Nazionale un anno e mezzo dopo la prima e unica volta: "Siamo stati bravi a reagire, non era un ambiente non facile - spiega il centrocampista della Roma - Abbiamo fatto una buona partita. Era importante avere una reazione forte e fare una buona prestazione per ricominciare subito. Nel calcio c'è poco tempo per piangersi addosso, dobbiamo ricominciare a vincere: sappiamo di essere una squadra forte".