Wenger spinge il quarto uomo: a rischio squalifica

Premier League

L'allenatore dell'Arsenal potrebbe essere punito con un lungo stop per il comportamento contro il quarto uomo della partita tra Gunners e Burnley, dopo essere stato espulso per proteste per un rigore assegnato agli avversari in pieno recupero

Arsene Wenger ci casca ancora. Non è la prima volta che tra l'allenatore dell'Arsenal e arbitri si scaldano gli animi. L'ultimo caso durante la partita tra i Gunners e il Burnley, quando in pieno recupero Wenger è stato espulso per insulti e parolacce rivolte al quarto uomo dopo che l'arbitro ha fischiato un rigore per gli avversari, poi realizzato. Ma la questione non si è chiusa lì: nel tunnel, dove stava cercando di assistere al finale della partita, l'allenatore francese ha spintonato il quarto uomo. Una partita tiratissima con tanta tensione, che ha visto l'Arsenal vincente grazie a un rigore di Sanchez al 98'. Wenger rischia una lunga squalifica - anche se si è scusato subito dopo la fine della partita - e ha tempo fino al 26 gennaio per rispondere alle accuse.

I precedenti - Non è la prima volta che Wenger dà in escandescenze a bordo campo, dicevamo. E' rimasta nella memoria l'aggressione verbale alla terna arbitrale nella partita degli ottavi di Champions League contro il Milan del 30 marzo 2012, una vittoria per 3-0 inutile alla luce della sconfitta per 4-0 nell'andata. 

Ma ancora più impresso nei ricordi è il litigio con José Mourinho durante un Chelsea-Arsenal del 2014, quando fra i due si arrivò alle mani: Wenger spintonò il portoghese. Solo l'intervento dell'arbitro Atkinson e del quarto uomo Moss impedirono che la situazione degenerasse. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche