Rossi o blu: Conte si gioca una fetta di Premier

Premier League

Vanni Spinella

liverpool-chelsea-2_getty

Nel giro di 5 giorni due scontri cruciali per il Chelsea. Prima il Liverpool di Klopp (diretta ore 21.00 su Sky Sport 1), poi l'Arsenal. Per i Reds, reduci dall'inaspettato ko con lo Swansea e dall'eliminazione in FA Cup, è l'ultima chiamata. Mercoledì lo United contro l'Hull City, la nuova squadra di Ranocchia

Cinque giorni decisivi, per Antonio Conte e per chi insegue il suo Chelsea. Capita spesso di dirlo, questa volta ci troviamo davvero di fronte a un possibile crocevia del campionato inglese. Due giornate ravvicinate, due partite di alta classifica con il Chelsea chiamato a respingere gli attacchi di Liverpool prima e Arsenal poi. Due i possibili scenari. Il primo: il Chelsea perde punti e in vetta si innalza il tasso di indecisione. Il secondo: Conte le vince entrambe e va seriamente in fuga.

Partiamo dal turno infrasettimanale che si sviluppa sulle due serate di martedì e mercoledì. Liverpool-Chelsea (martedì ore 21, diretta su Sky Sport 1 HD) è il big-match: Rossi contro Blu, quarta contro prima in classifica, 10 punti di distacco. Che sarebbero stati 7 se la squadra di Klopp non avesse gettato al vento una vittoria sulla carta facile nell’ultimo turno contro lo Swansea, 2-3 ad Anfield che ha aperto una mini-crisi in casa Reds. Dopo quella sconfitta, datata 21 gennaio, ne sono arrivate infatti altre due in una settimana, sempre casalinghe, in Coppa di lega (0-1 contro il Southampton) e in FA Cup (1-2 contro i Wolves). Decisamente migliore il periodo del Chelsea, che si è lasciato alle spalle la “crisetta” di inizio gennaio, con la sconfitta contro il Tottenham che ha macchiato la striscia di vittorie e il mal di schiena di Diego Costa che rischiava di rovinare l’armonia dello spogliatoio. Dopo il ko con gli Spurs, 4 vittorie in fila (due in campionato e due in FA Cup), con 13 gol fatti e uno solo preso. Conte è tornato alle vecchie abitudini.

Particolarmente interessato al risultato di Liverpool-Chelsea sarà l’Arsenal secondo in classifica (a -8), in campo quasi contemporaneamente (martedì ore 20.45) contro il Watford di Mazzarri e avversario nel prossimo turno (sabato) proprio del Chelsea. Ora capite perché Conte si gioca una fettona di titolo nei prossimi 5 giorni?

Sperano di accorciare la classifica in vetta anche il Tottenham (terzo), ospite del Sunderland ultimo in classifica, e un Manchester City senza più ambizioni di titolo (parole di Guardiola) che affronta il West Ham (mercoledì ore 20.45, diretta su Sky Sport 3 HD). Problemi diversi per Ranieri: il suo Leicester continua a guardarsi alle spalle con preoccupazione e va a Burnley, dove trova una squadra che ha fatto penare l’Arsenal (vittorioso al 98°!); per lo Swansea c’è il Southampton, club che ora inizieremo a seguire con maggiore interesse, visto il fresco approdo di Gabbiadini.

A proposito di nuovi italiani in Premier: Ranocchia arriva giusto in tempo per vedere i suoi nuovi compagni dell’Hull City impegnati a Old Trafford  contro il Manchester United, per una “rivincita” della semifinale di League Cup appena disputata. In finale ci sono andati i Red Devils grazie al 2-0 dell’andata, ma il 2-1 con cui l’Hull ha quasi ribaltato il risultato cinque giorni fa ha fatto venire qualche capello bianco in più a Mourinho. Che risolve il problema con un bel taglio corto

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche