Manchester United-Manchester City 1-2, Otamendi decide il derby: gol e highlights

Premier League

Fabrizio Moretto

Gli uomini di Guardiola conquistano il 175° derby di Manchester e volano a +11 in classifica sullo United. Sul finire di primo tempo David Silva porta avanti il City, ma nel recupero Rashford ristabilisce subito la parità. In avvio di ripresa Otamendi segna il gol che vale il successo per i Citizens. Decisiva nel finale una doppia parata di Ederson. Si ferma a 40 la striscia di risultati utili consecutivi per Mourinho a Old Trafford

CLICCA QUI PER LA CRONACA DI UNITED-CITY

MANCHESTER UNITED-MANCHESTER CITY 1-2

43'  David Silva (MC), 45+2' Rashford (MU), 55' Otamendi (MC)

FORMAZIONI

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): De Gea; Valencia, Smalling, Rojo (46' Lindelof), Young; Matic, Herrera (82' Mata); Rashford, Lingard (76' Ibrahimovic), Martial; Lukaku

MANCHESTER CITY (4-1-4-1): Ederson; Walker, Otamendi, Kompany (46' Gundogan), Delph; Fernandinho; De Bruyne, David Silva, Sterling, Sane (88' Bernardo Silva); Jesus (59' Mangala)

Ammoniti: 4' Walker (MC), 35' Rojo (MU), 63' Rashford (MU), 73' Silva (MC), 78' Herrera (MU), 90' Young (MU)

Il City porta a casa il 175° derby di Manchester e mette una bella ipoteca sulla Premier, nonostante siamo ancora alla 16^ giornata. I Citizens si fanno preferire sul piano del gioco per tutta la durata dell’incontro e vanno a segno in entrambe le occasioni sulle palle inattive, tanto care a Mourinho. La parziale risposta dello United porta invece la firma di Rashford che, allo scadere dei primi 45 minuti, realizza l’1-1 dopo una sbavatura difensiva di Otamendi e Delph. È lo stesso centrale argentino a realizzare poi il gol da tre punti e che per il Manchester City significa fuga, con un vantaggio di 11 punti sui rivali cittadini. Finisce dopo 40 partite invece l'imbattibilità interna dello Special One.

Primo tempo

Emozioni in crescendo nella prima frazione di gioco disputata all'Old Trafford. La tensione del match si fa subito sentire come dimostra il cartellino giallo sventolato a Walker dopo appena quattro minuti. Il City, come prevedibile, è più propositivo ma la retroguardia dei Red Devils è concentrata e non concede nulla. Di occasioni non se ne vedono nel primo quarto d’ora, tranne una palla svirgolata da Matic che rischia di beffare De Gea. Il portiere spagnolo non si fa sorprendere neanche poco dopo su una bella combinazione tra Sterling e Gabriel Jesus, conclusa centralmente dall’ex Liverpool. Lo stesso finale lo regala anche il tentativo personale di Jesus due minuti più tardi. Il freddo e qualche fiocco di neve condizionano il ritmo della gara. Lo United continua ad affidarsi alle ripartenze, lasciando inoperoso Ederson. La squadra di Guardiola invece arriva con facilità negli ultimi 20 metri, ma poi non riesce ad incidere. Negli ultimi minuti di primo tempo si accende Sané che, dal vertice destro dell’area piccola, impegna De Gea, bravissimo a deviare in angolo. Sugli sviluppi del corner David Silva sfrutta un rimpallo a centro area tra Otamendi e Lukaku e batte il portiere United realizzando la rete del vantaggio. L’1-0 a favore dei Citizens dura però pochissimo perché, nel 2’ dei quattro minuti di recupero, sia Otamendi che Delph pasticciano su un cross di Young e regalano la palla a Rashford che davanti ad Ederson non perdona.

Secondo tempo

Nella ripresa c'è subito un cambio per parte: Mourinho toglie Rojo, già sofferente nel primo tempo, e lo sostituisce con Lindelof. Guardiola inserisce invece Gundogan per Kompany. Lo United sembra più volenteroso ma è ancora il City a fare la partita e a colpire in un’azione quasi fotocopia a quella dell’1-0 che questa volta premia Otamendi. Il difensore in girata va in rete e al 55’ riporta in vantaggio i suoi. La risposta dei Red Devils arriva sui piedi di Lukaku e Rashford, ma entrambe le conclusioni terminano alte sulla traversa. La squadra di Mourinho è più sbilanciata e i cugini provano ad approfittarne con De Bruyne che scappa via alla difesa in velocità e conclude con un sinistro tagliente che De Gea è costretto a mandare in angolo. Rashford invece continua ad essere il più pericoloso nell’altra metà campo e sfiora il pari con un tiro incrociato, ben parato da Ederson. L’allenatore portoghese decide di buttare nella mischia anche Ibrahimovic, che durante il riscaldamento, aveva ignorato il suo ex mister Guardiola, e Mata.

A cinque minuti dal termine il portiere del City decide di diventare protagonista di questo derby con una super doppia parata ravvicinata sui tentativi di Lukaku e Mata. I Citizens soffrono, sciupano un contropiede con il neo entrato Bernardo Silva ma riescono a conquistare un derby fondamentale per la stagione. Con questo successo i ragazzi di Guardiola volano infatti a 46 punti, addirittura 11 in più dello United. Dopo 16 turni la Premier è già nelle loro mani.

    

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche