Watford-Chelsea 4-1, crisi nera per Conte. GOL E HIGHLIGHTS

Premier League

Conte perde la seconda di fila in Premier League: dopo il ko di Stamford Bridge per 0-3 con il Bournemouth, ecco la vittoria degli Hornets a Vicarage Road nel derby londinese. Blues ancora quarti a -1 dal Liverpool e a +1 sul Tottenham. Conte: "Voci sul mio esonero? Faccio il mio lavoro, darò tutto"

 

PREMIER LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICA

 

WATFORD-CHELSEA 4-1

42' Deeney (W), 82' Hazard (C), 84' Janmaat (W), 88' Deulofeu (W), 91' Pereyra (W)

IL TABELLINO

Watford (3-4-3): Karnezis; Mariappa, Prödl, Holebas; Janmaat, Doucouré, Capoué, Zeegelaar; Deulofeu (89' Carrillo), Deeney (90' Gray), Richarlison (65' Pereyra).
Chelsea (3-4-3): Courtois; Azpilicueta, David Luiz, Cahill; Moses, Bakayoko, Kanté, Zappacosta; Willian (34' Fabregas), Hazard, Pedro (64' Giroud).

Antonio Conte puntava a tornare al terzo posto dopo il 2-2 tra Liverpool e Tottenham di Anfield Road, invece cade per la seconda volta consecutiva contro il Watford: il suo Chelsea, infatti, perde 4-1 a Vicarage Road contro gli Hornets. In gol Deeney, pareggio di Hazard, poi reti di Janmaat, Deulofeu e Pereyra.

Primo tempo

Un derby spettacolare a Vicarage Road, con il Watford che parte subito forte contro un Chelsea che deve fare a meno di Marcos Alonso, escluso all'ultimo precauzionalmente dopo un piccolo problema accusato prima della gara. Il ritorno di David Luiz al centro della difesa di Antonio Conte poteva essere una buona notizia dopo le tre reti subite in casa contro il Bournemouth, invece il Chelsea crolla per la seconda volta di fila. Prima frazione che parte malissimo per i Blues, che alla mezz'ora si ritrovano in dieci per il rosso a Bakayoko per doppia ammonizione nel giro di 5 minuti. Al 41°, Courtois stende Deulofeu (tra i migliori): è rigore e dal dischetto va Troy Deeney, che la mette alla destra del portiere belga, firmando così l'1-0 dopo un sostanziale dominio territoriale degli Hornets sui Blues.

Secondo tempo

Fino all'82° pochissimo da segnalare, con un Chelsea più offensivo anche grazie all'ingresso di Giroud al 64°, ma non abbastanza da creare problemi al Watford se non con qualche tentativo da fuori, mentre i padroni di casa cercano di tenere palla e gestire il vantaggio. Poi il colpo del campione: Hazard prende palla e fa partire un gran destro da fuori area che batte Karnezis per l'1-1. Sembra lui il salvagente per Antonio Conte, ma poi il Chelsea crolla. Janmaat, Deulofeu, Pereyra, in 8 minuti i Blues si sciolgono e perdono. Prima l'olandese segna una grande rete all'84°, accentrandosi da destra per poi incrociare di sinistro sul secondo palo; poi l'ex Milan trova il primo gol in Premier con la sua nuova maglia, andando a chiudere di sinistro un'azione personale, anche grazie alla deviazione decisiva di Cahill. Di Pereyra, poi, il 4-1 che affossa Conte, certificando la crisi nera del Chelsea: secondo ko di fila per i Blues, che non perdevano col Watford dal 1999, con i padroni di casa che nelle ultime 11 giornate avevano vinto solo una volta. Gli uomini dell'allenatore italiano restano quarti a -1 dal Liverpool e a +1 sul Tottenham.

Conte: "Voci sull'esonero? Faccio il mio lavoro, darò tutto"

Sconfitta pesante per Conte, la seconda consecutiva: "Sicuramente è un momento difficile, ho cercato di avvertire tutti sulla difficoltà nel nostro cammino e di trovare un posto in Champions... Ma ora stiamo facendo molta fatica, è evidente". L'allenatore dei Blues fa 'mea culpa' ai microfoni di Sky ammettendo di avere sbagliato formazione: "Forse ho commesso anche io degli errori nell'11 iniziale, le mie scelte sono state molto negative visto com'è andata. Dopo l'espulsione di Bakayoko è stata dura, abbiamo cercato di cambiare strategia ma non siamo riusciti a farlo". Le voci di un possibile esonero? "Non è un mio problema. Io cerco di fare il mio lavoro e di dare tutto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche