Diritti tv, in Inghilterra la Premier League resta a Sky Uk

Premier League
premierleaguetrophy

In Inghilterra assegnati al primo bando i diritti televisivi della Premier League per il triennio 2019-2022. Se li sono aggiudicati Sky Uk e British Telecom per un valore complessivo di 4.6 miliardi di sterline, inferiore rispetto ai 5.14 miliardi del triennio precedente (2015-2018)

In Inghilterra sono stati assegnati cinque dei sette pacchetti per i diritti tv della Premier League nel triennio 2019-2022: ad aggiudicarseli, al primo bando, sono state Sky Uk e Bt. Il valore complessivo delle offerte è stato di 4.464 miliardi di sterline (poco più di 5 miliardi di euro), meno che nel triennio 2015-2018 quando i diritti tv erano stati assegnati per 5.14 miliardi di sterline (circa 5.8 miliardi di euro). In particolare Sky si è aggiudicata quattro pacchetti, 128 partite a stagione per 3.58 miliardi di sterline, con un costo inferiore del 16% a partita rispetto all'attuale. Il presidente della Premier League, Richard Scudamore, ha commentato l'esito del bando: "Diritti assegnati a partner fantastici con una comprovata esperienza nel rendere il nostro campionato disponibile a tutti i tifosi attraverso una programmazione innovativa e di alta qualità". Soddisfatto l'amministratore delegato di Sky Uk, Stephen van Rooyen: "Sky rimane la casa della Premier League" ha dichiarato.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche