Emre Can al Liverpool: ecco i numeri della sua crescita

Premier League
emrecan

Il tedesco, nel mirino della Juve, è diventato quest'anno il punto di forza dei Reds. È il miglior centrocampista della Premier per contrasti vinti ed ha ridefinito il suo ruolo, mettendo da parte l'esuberanza e puntando sulle caratteristiche ideali al suo gioco

Nel Liverpool quest'anno a rubare la scena è il trio composto da Manè, Salah e Firmino. Il loro straordinario rendimento, caratterizzato da 63 gol segnati in totale, sta permettendo ai Reds di lottare tra le prime della classe in Premier (il Manchester City sta facendo un campionato a parte) e di disputare una grande Champions, con l'accesso ai quarti di finale già ipotecato dopo il 5-0 conquistato in casa del Porto nella gara d'andata al Dragao. Il chiave del successo della squadra di Klopp è però rappresentato anche dalle prestazioni di un altro calciatore, Emre Can. Il tedesco è l'oggetto del desiderio della Juventus e di tanti altri club internazionali, ma i bianconeri sembrano aver messo la freccia prima degli altri e hanno in pugno il giocatore, che vedrà scadere il proprio contratto con il Liverpool a giugno. Il centrocampista è il cuore dello schieramento tattico dei Reds e quest'anno ha avuto un impressionante miglioramento. Una crescita testimoniata anche dai numeri che lo rendono probabilmente il miglior mediano del campionato inglese. Fino a questo punto della stagione Can ha infatti vinto 47 contrasti, lo stesso numero con cui aveva concluso l'annata 2016-17. Questa volta ha raggiunto lo stesso numero di tackle vincenti giocando 10 partite in meno e con una percentuale di successo dell'81,03% (47 su 58) si piazza al primo posto tra i centrocampisti in questa speciale classifica. Solo sei difensori e tre attaccanti hanno una percentuale migliore della sua, ma tra questi l'unico ad aver effettuato almeno 50 tackle è il suo compagno di squadra Joe Gomez.

Meno falli, più passaggi riusciti

Emre Can, oltre ad aver migliorato la percentuale di contrasti vinti, ha saputo quest'anno controllare la sua esuberanza in campo ed ora è molto più pulito nei suoi interventi. Il tedesco era infatti risultato il secondo giocatore più falloso della scorsa Premier, con 70 scorrettezze totali, secondo solo all'attaccante del Crystal Palace, Benteke. Quest'anno invece il centrocampista è a quota 24, solo uno in più rispetto ai falli subiti. Can non si è limitato soltanto ad essere meno aggressivo, ma ha proprio cambiato il suo modo di giocare. In passato infatti aveva il difetto di disperdere inutilmente troppe energie e, soprattutto, di provare lanci lunghi e giocate che non sono nelle sue corde. Quello ammirato quest'anno ha invece perso il possesso della palla solo 13 volte, al contrario delle 24 registrate lo scorso anno, ed è cresciuta la sua precisione nei passaggi: ora è dell'85,7%, mentre era dell'81.5% nel 2016-17. In sintesi questa stagione il tedesco è il giocatore del Liverpool con la maggior percentuale di successo nei contrasti, il primo per duelli vinti, palle recuperate e possesso riconquistato nella trequarti avversaria. Ora i suoi compiti sono molto più definiti. Can è infatti colui che dà equilibrio al Liverpool, il primo incaricato di recuperare la sfera e passarla al compagno più vicino, a cui spetta dare il via alla manovra offensiva. In Premier League ha pochi eguali nel suo ruolo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche