Arsenal, Henry per il post Wenger? "Mi piacerebbe"

Premier League

L'allenatore francese ha fallito l'ennesimo obiettivo stagionale e ora non gli resta che l'Europa League per salvare la sua panchina. Sono tanti i nomi circolati per la sua successione, ma su tutti primeggia quello di Thierry Henry. "Ho troppo rispetto per il mister, ma a chi non piacerebbe allenare i Gunners?" ha dichiarato l'ex attaccante

Contro il Milan sarà dentro o fuori. Per l'Arsenal, ma soprattutto per Arsene Wenger, forse giunto alla conclusione della sua lunghissima esperienza alla guida dei Gunners, iniziata nel 1996. Nella finale di League Cup contro il City, la squadra londinese ha gettato al vento probabilmente l'ultima possibilità di alzare un trofeo e con il quarto posto in Premier non proprio alla portata resta solo l'Europa League per cercare di salvare una stagione fallimentare, la seconda di fila dopo 20 anni consecutivi giocati sempre ad alti livelli e contro le più grandi formazioni della Champions League. La pazienza nei confronti dell'allenatore francese sembra essere finita e dopo il 'Wenger Out' sbandierato lo scorso anno, i tifosi hanno mostrato tutta la loro rassegnazione lasciando lo stadio di Wembley con oltre 10 minuti di anticipo. Il contratto dell'alsaziano scade nel 2019, ma i sostenitori dei Gunners sognano già il suo sostituto. I nomi che circolano sono tanti, da Allegri a Simeone, ma quello che suggestiona più di tutti è solo uno: Thierry Henry. L'ex campione francese è stato probabilmente il più grande giocatore della storia dell'Arsenal, con la quale ha giocato per 8 anni e mezzo, e la speranza dei tifosi è che possa ripercorrere le stesse orme anche da allenatore.

"Per me sarebbe un sogno"

Stuzzicato sulla possibilità di guidare la formazione nord londinese, Henry lo scorso anno aveva detto: "L'Arsenal è il club del mio cuore, ovviamente mi piacerebbe allenarlo, ma non è certo un mio diritto. Ho un rispetto enorme per Arsene e per ciò che ha fatto. Io sono impegnato con il Belgio, non so se sarei pronto per i Gunners. Nessuno lo sa. Devo ancora imparare il lavoro. Forse un giorno sarò un buon allenatore, magari tra un anno o tra due, ma non so dire quando. Ora sto ancora imparando". L'ex centravanti è stato nuovamente sollecitato sulla domanda al termine della finale di League Cup vinta dal Manchester di Guardiola ed è sembrato nettamente più propositivo in merito: "Sono ancora impegnato con il Belgio, ma vediamo cosa succede - ha affermato Henry ai microfoni di Sky Sports -. Certo che sarei interessato ad allenare l'Arsenal, per me sarebbe un sogno. Ma non ne voglio parlare, ho troppo rispetto per Wenger e per il mio attuale incarico. Ma chi non sarebbe interessato?". Dalle parti dell'Emirates si sogna già ad occhi aperti.

I più letti