Manchester United-Brighton, Mourinho sprona i suoi: "Alcuni hanno avuto paura"

Premier League
mourinho_getty

Nonostante la vittoria e il passaggio del turno in Fa Cup, l'allenatore del Manchester United ha criticato la prestazione offerta da alcuni suoi giocatori, colpevoli di non aver mostrato personalità

Due gol bastano e avanzano al Manchester United per stendere il Brighton e staccare il pass per la semifinale di FA Cup, una notizia positiva che addolcisce una settimana amara caratterizzata dall’eliminazione dalla Champions. Una vittoria che, tuttavia, non convince José Mourinho, apparso critico nel post partita nei confronti di alcuni suoi giocatori, colpevoli di non aver mostrato personalità in campo. Accuse chiare e precise quelle del manager portoghese, che non risparmia frecciate a McTominay e Luke Shaw: "Alcuni ragazzi avevano paura di giocare, penso che sia una situazione legata a tre fattori: personalità, fiducia e classe. Quando il sole splende e vinci le partite, ognuno si sente a proprio agio e dimostra il proprio valore, quando è buio e fa freddo non tutti i giocatori dimostrano fiducia e personalità per giocare. McTominay per esempio ha giocato la sua partita peggiore con la maglia del Manchester United, ha commesso errori e ha sbagliato tanti passaggi ma ha dimostrato comunque in passato di avere una grande personalità. Invece di criticarlo, sono stato positivo con lui. Ha giocato molto male ma ha fatto le cose fondamentali e mantenuto l'equilibrio emotivo, non ha avuto paura di giocare".

La critica a Shaw

Non solo McTominay, Mourinho poi non risparmia una critica anche a Luke Shaw, sostituito alla fine del primo tempo per far spazio ad Ashley Young: "Era davvero importante che i due terzini fossero aggressivi, ma Luke Shaw e Antonio Valencia non hanno fatto ciò che gli ho chiesto. Non ho cambiato entrambi, perché avrei avuto solo un'altra sostituzione, ma per cercare di cambiare il nostro atteggiamento ho dovuto sostituirne uno e ho scelto Luke. Almeno Antonio era in grado di posizionarsi bene, ogni volta che entravano nel corridoio di Luke succedeva qualcosa di negativo. Non ero contento della sua prestazione e per questo ho deciso di sostituirlo alla fine del primo tempo con Ashley Young".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche