Manchester United, ira Shaw contro Mourinho: "Perché mi prendi sempre di mira?"

Premier League

La rivelazione del faccia a faccia tra i due arriva dal Daily Mail. Il terzino ex Southampton è stato sostituito nell’intervallo dell’ultima partita di FA Cup contro il Brighton. Urla negli spogliatoi e discussione. E proprio Shaw è tra i nomi nella “lista nera” di Mourinho… 

MERCATO UNITED, I PIANI DI MOURINHO

La città era sempre quella di Manchester, ma la sponda l’opposta. Mario Balotelli segna e alza la divisa da gioco: “Why always me?” - scritto sulla maglietta. Quella partita era un derby, del 2011, e ai tempi Luke Shaw era un sedicenne ancora nelle giovanili del Southampton, la squadra dove poi sarebbe esploso attirando le attenzioni del Manchester United. Di anni ne sono passati quasi sette, eppure lo stesso concetto espresso da Super Mario sembra esattamente fare al caso anche per il terzino dei Red Devils, ormai ai ferri corti con Mourinho. La rivelazione arriva dal Daily Mail, di un presunto faccia a faccia negli spogliatoi all’intervallo dell’ultima partita di FA Cup dello United, vinta sul Brighton. A fine primo tempo, sul risultato già di 1-0 (gol di Lukaku) l’ex Southampton viene sostituito. Una bocciatura totale, con Luke Shaw ormai a sentirsi a tutti gli effetti “preso di mira” dal suo allenatore. Nel post partita, dunque, arriverà anche l’attacco davanti alle telecamere di Mourinho: “Ho visto paura negli occhi di alcuni miei giocatori. Shaw non ha fatto ciò che gli avevo detto, ogni volta che il Brighton avanzava sulla sua fascia succedeva qualcosa di negativo”.

La frase incriminata 

Non è certo un rapporto sano quello tra Shaw e Mourinho, specie poi se un allenatore finisce per nominare direttamente (in negativo) uno dei suoi giocatori anche nelle interviste post partita. E la sostituzione all’intervallo non è piaciuta affatto al terzino dello United, che ha così deciso di far valere le proprie ragioni. Il litigio si è sentito anche al di fuori delle mura dello spogliatoio - dicono in Inghilterra dal Daily Mail - talmente alto era il rumore delle loro voci. “Why are you always picking on me?” - sarebbe stata la frase rivolta da Shaw al portoghese. Tradotta: perché prendi sempre di mira me? Una semplice domanda che, tra le righe, nasconde non poi tanto velatamente un’insoddisfazione generale e un rapporto ormai logoro.

La lista nera di Mou

Luke Shaw in stagione ha collezionato appena 15 presenze, solo 7 in Premier League. Tra i motivi dei pochi gettoni con lo United anche il recupero dall’infortunio ai legamenti della caviglia, che lo aveva colpito già nel finale della scorsa stagione. Eppure il rientro al top fisico aveva portato a un suo ritorno in campo tra i titolari. Shaw, tra dicembre e gennaio, gioca cinque partite consecutive dal primo minuto, e per tutti i novanta minuti. Prestazioni che fecero dire allo stesso Mourinho: “In questo momento non vedo molti terzini sinistri meglio di lui”. Dunque, il nuovo scivolone nelle gerarchie del suo allenatore. La stagione United è stata avara di soddisfazioni, tra il distacco abissale dal City in campionato e l’eliminazione in Champions, ecco allora perché in Inghilterra parlano già di mercato. Shaw è proprio uno dei nomi sulla lista nera del portoghese (secondo il Mail), insieme anche a Smalling, Blind, Darmian, Mata e addirittura Martial. Mentre per il Mirror, tra le “pazze idee” di Mou per il mercato, ci sarebbe anche il nome di Alex Sandro della Juventus. Un terzino per un terzino. Impossibile chiamarle coincidenze.  

I più letti