Arsenal, presentata la nuova maglia: ma Kolasinac ha i pantaloncini al contrario

Premier League
kolasinac_arsenal

L'Arsenal presenta la maglia per la prossima stagione, ma il difensore si fa fotografare con i pantaloncini al contrario. Oltre la gaffe, un indizio sulla sua permanenza con Emery: segnali positivi anche per Bellarin, Elneny, Xhaka e Cech

ARSENAL, EMERY IL SUCCESSORE DI WENGER

Dopo 22 anni l'Arsenal è ripartito senza Arsene Wenger, che ha appena chiuso la sua ultima stagione con i Gunners. Squadra affidata a Unai Emery, scelto per ripartire nonostante nei giorni scorsi sembrasse favoritissimo Arteta. Ma l'Arsenal ha deciso di affidare la squadra all'ex allenatore del PSG, pronto per una nuova avventura in Premier League dopo quelle in Liga e Ligue 1. Scelta la guida tecnica, i Gunners hanno presentato anche la divisa per la stagione 2018/2019. Ma... con un incidente di percorso. Sì, perchè tra i calciatori prescelti per indossare la nuova maglia c'era anche Kolasinac. Il difensore classe '93, però, si è fatto fotografare con i pantaloncini al contrario, lasciandosi alle spalle lo stemma dell'Arsenal e il simbolo dello sponsor tecnico. Errore subito sottolineato dai tifosi, che ovviamente sperano che Kolasinac sia più attento in campo. Il difensore dovrà imporsi con Emery dopo una prima stagione fatta di alti e bassi: per lui 27 presenze in Premier League, sempre titolare inizialmente e alternato tra campo e panchina nella seconda parte. Un primo anno d'ambientamento dopo l'arrivo dallo Schalke 04? L'Arsenal se lo auguro e, il fatto che abbia sfilato con il nuovo kit nella campagna pubblicitaria della società, significa che Kolasinac sarà tra i riconfermati per la prossima stagione.

I numeri e gli indizi di mercato

In questo senso, in Inghilterra hanno provato a ricevere qualche indizio di mercato dalla nuova distribuzione dei numeri ai calciatori. Per esempio Hector Bellerin è stato sempre al centro di voci negli ultimi quattro anni: ma al terzino destro è stata assegnata la maglia numero 2, il che è un chiaro segnale di come sia vicinissima la sua conferma all'Arsenal. Lo stesso potrebbe dirsi per Elneny, che ha preso la 4 di Mertesacker. Discorso identico anche per Granit Xhaka che ha preso la numero 34: “Ha un grande significato per me – ha dichiarato lo svizzero - Era il mio primo numero come professionista e mi ha sempre portato fortuna. Ho persino tatuato il numero sulla mia schiena e sul mio braccio". L'ultimo segnale riguarda i portieri. Cech è passato dal 33 all'1, chiaro indizio di come sia lui il portiere a cui si affiderà Emery. Questo potrebbe portare alla cessione di Ospina.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche