Chelsea, Morata: "In estate sarei potuto tornare in Serie A. La scorsa stagione è stata un disastro"

Premier League

L'attaccante dei Blues ha svelato che sarebbe potuto tornare in Serie A: "In estate ho pensato di tornare in Italia, ma anche in Spagna. La stagione scorsa è stata disastrosa, non sapevo nemmeno dove fossi. Non andare al Mondiale è stato un duro colpo"

KEPA: "80 MILIONI PER ME? NON SENTO LA PRESSIONE"

COURTOIS: "TRA REAL E CHELSEA NON C'È PARAGONE"

Morata di nuovo in Serie A? Per ora no, in futuro chissà. Anche se in estate sarebbe potuta andare diversamente: "Sì, avevo delle offerte e potevo tornare, sia in Italia che in Spagna. Sono stato bene in entrambi i posti, ero felice". In tanti hanno parlato di un ritorno al Real Madrid, ma non c'è mai stato niente di concreto: "Non c'è mai stata la possibilità, sono cose che non sono mai esistite". Ora è cambiato tutto, Morata ha segnato un gol in tre partite e guarda tutti dall'alto in Premier League, primo col Chelsea di Maurizio Sarri, a punteggio pieno dopo 4 giornate come Watford e Liverpool.

"L'anno scorso non sapevo nemmeno dove fossi"

Un anno fa le cose erano diverse: "Non ero contento - svela Morata in sala stampa durante il ritiro della Nazionale spagnola, in vista delle sfide in Nations League contro Inghilterra e Croazia - era un disastro, andavo in campo e non sapevo nemmeno dove fossi". Parole dure. L'anno scorso, con Antonio Conte in panchina, Morata ha segnato 15 gol in 48 partite stagionali, restando fuori dalla lista dei convocati per il Mondiale in Russia. Le sue prestazioni non sono bastate a convincere l'allenatore: "Non ho rancori verso Lopetegui, ma restare a casa è stato un duro colpo".

"Ora sto meglio, anche grazie alla famiglia"

Quest'anno è un'altra cosa, Morata è molto più contento. Più felice. E spera che i risultati si inizino a vedere anche in campo: "Oggi sono diventato padre, ho un nuovo allenatore, ci sono molte cose positive. Soprattutto i miei due figli. Ora spero che tutto questo si inizi a vedere anche sul terreno di gioco". Il passato è alle spalle, conta solo il futuro: "Non vale la pena pensare a ciò che è successo l'anno scorso. Farò tutto il possibile per andare al prossimo Mondiale ora. È stato un momento molto difficile perché ero davvero convinto di andarci".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche