Nuovo stadio Tottenham, gli operai costano più dell'intera rosa Spurs

Premier League

L'inaugurazione del nuovo White Hart Lane continua a slittare e intanto il Sun svela quanto costano gli operai: più dei giocatori, e non di poco. Una situazione che, inoltre, ha portato al rincaro degli abbonamenti per i tifosi Spurs che dovranno ancora aspettare il trasferimento nella loro nuova casa

FIFA 2019 SVELA IL NUOVO STADIO DEL TOTTENHAM

SPURS, INCOGNITA STADIO: WEMBLEY FINO AL 2019?

Dele Alli e Harry Kane? No, non sono loro (al momento) le risorse più costose per il Tottenham. Gli Spurs infatti, alle prese con gli ultimi lavori per la costruzione del loro nuovo stadio, stanno affrontando delle spese non indifferenti: le ha quantificate il Sun e ha scoperto che la cifra settimanale versata nel complesso agli operai che lavorano giorno e notte per consegnare al più presto l'impianto, supera e non di poco quella che invece la società dà a giocatori e staff, Pochettino compreso. Si tratta di 3,8 milioni di sterline a settimana (rispetto ai 2,4 milioni che spettano nello stesso arco temporale a Eriksen e compagni). L'aumento della tariffa è dovuto anche allo sforzo extra richiesto dal Tottenham, che punta ad inaugurare al più presto il nuovo White Hart Lane dopo l'ultimo rinvio: la data e la partita designate erano state infatti 15 settembre, contro il Liverpool. Niente da fare, e come se non bastasse il trasferimento nella nuova casa potrebbe slittare ancora e gli Spurs potrebbero restare a Wembley per tutto il 2018.

Dalla mancanza di elettricisti al rincaro degli abbonamenti

Tutto questo nonostante i lavori non si siano praticamente mai fermati nell'ultimo periodo: gli operai hanno lavorato a turni giorno e notte, h24. Pare che uno dei problemi - curiosamente - sia stato la mancanza di elettricisti: la società che si occupa dei lavori è arrivata a ricercarli tramite semplici annunci di lavoro che però non specificavano la location, ma si limitavano a parlare di un "progetto commerciale nel nord di Londra". Un altro effetto di questa fase concitata - oltre il ritardo - è stato anche l'aumento dei prezzi degli abbonamenti che i tifosi del Tottenham hanno dovuto fronteggiare. Non a caso, con una media di 2200£, il Tottenham è al primo posto nella classifica dei prezzi degli abbonamenti. Lo seguono Arsenal (1768£), Chelsea (1250£) e West Ham (1155£). Comune denominatore? Sono tutti club di Londra.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche