Arsenal, alla scoperta di Emile Smith Rowe: il nuovo De Bruyne tra gol e record

Premier League

Un gran gol segnato all'Atletico in estate ha convinto il club a blindarlo con il primo contratto da professionista. Ha dedicato la sua prima maglia a sua madre, il suo idolo è De Bruyne. Dopo i gol in Europa e il primo squillo in Coppa di Lega, ora aspetta l'esordio in Premier

CARABAO CUP, ARSENAL E CHELSEA AVANTI

CHI E' EMILE SMITH ROWE, STELLA DELL'ARSENAL

La vita di Smith Rowe è cambiata all'improvviso: "Questo è il tuo kit, domani vai in tournée con la squadra". Risposta intuibile: "What?". Tutto vero invece. 18 anni da compiere, una patente da prendere e l'idolo De Bruyne. Perché Emile gioca un po' come lui, testa alta e tocchi eleganti, concreto e preciso, ogni tanto segna pure. Anzi, piuttosto spesso ultimanente: pronti, via ed è subito record. In Europa League, contro il Qarabag, Emile segna subito e diventa il primo 2000 a siglare un gol nella storia dell'Arsenal. Un momento storico, incredibile, immortalato sui social con la prima maglia. Numero 55 e una dedica speciale: "E' per mia mamma, la darò a lei". Merito di tutti i sacrifici fatti fino ad oggi, e anche a quelli che farà. Mentore e modello di vita. Finita qui? No, perché Smith Rowe ha segnato anche mercoledì sera, negli ottavi di Carabao Cup contro il Blackpool. Altro squillo dei suoi. Arsenal ai quarti grazie a lui, il ragazzino che gioca come De Bruyne e fa sognare i tifosi. Predestinato.

Quando arriva l'esordio in Premier?

Sorpresa in Europa League, sorpresa in Coppa di Lega, stella delle giovanili (dove gioca con la numero 10). Bellissimo, ma... la Premier? Ebbene sì, Smith Rowe ha segnato 2 gol in 3 partite ma non ha ancora esordito in campionato. Emery lo sta gestendo piano piano, ma il suo momento arriverà: "Emile ha 18 anni, è cresciuto nella nostra Academy e noi siamo chiamati a dare le giuste chance ai nostri giovani". Prima l'Europa e poi la Coppa. L'Arsenal si gode il suo pupilllo, blindato a luglio con il primo contratto tra i professionisti. Cresciuto nei Gunners, a 13 anni aveva già la numero 10, mentre a 9 fece un provino con il Chelsea ma non venne preso. Emery se ne innamorò durante la tournée estiva a Singapore, dove decise la sfida con l'Atletico segnando un gol da capogiro. Destro da fuori e Wilshere a bocca aperta: "Il talento si riconosce subito".  Ora se ne sono accorti tutti. 

Il primo gol di Smith Rowe in Europa

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche