Fulham, Kamara e il rigore della discordia. Ranieri è una furia: "Mi ha mancato di rispetto"

Premier League

Kamara litiga con il compagno di squadra Mitrovic e si presenta dal dischetto (sbagliando il rigore), nonostante il parere contrario di Ranieri. L'allenatore del Fulham si infuria con il suo attaccante: "Ha mancato di rispetto a me, al club e al pubblico"

PREMIER LEAGUE, RISULTATI E CLASSIFICA

Successo e polemiche in casa Fulham. Terzo risultato utile consecutivo in Premier League per la squadra allenata da Ranieri e quart'ultimo posto adesso distante solo un punto, ma a macchiare la vittoria sull'Huddersfield arrivata grazie alla rete di Mitrovic realizzata nel recupero ci ha pensato Aboubakar Kamara. L'attaccante classe 1995, infatti ha voluto a tutti i costi presentarsi dal dischetto per battere il penalty assegnato dall'arbitro al minuto 82' quando il risultato era ancora fermo sullo 0-0, litigando anche con il compagno di squadra Mitrovic, rigorista designato proprio da Ranieri. Kamara non ha voluto sentire ragioni ed ha tirato lui il calcio di rigore, ma l’esecuzione è stata da… dimenticare: conclusione intercettata dal portiere e sconforto di tifosi, compagni e allenatore. Episodio reso meno amaro dal successo finale arrivato grazie alla rete di Mitrovic, ma Claudio Ranieri nel post gara non ha nascosto tutto il suo disappunto per il comportamento tenuto da Kamara: "Non ha rispettato me, il club, i suoi compagni e il pubblico. Ha preso la palla per il rigore e ha detto: 'Voglio tirare'. Non ha voluto sentire ragioni, per questo poi a fine gara gli ho parlato, ma non penso che abbia capito il senso del mio discorso. Non è possibile spiegare cosa è successo in occasione del rigore, o forse sì. Quando un uomo pensa solo a se stesso, sistematicamente sbaglia", le parole dell’allenatore italiano.

Ranieri si sfoga: "Mai capitata una cosa del genere in carriera"

"Il primo rigorista è Mitrovic, ma siccome l'ultimo rigore lo aveva segnato Kamara, allora avrà pensato toccasse ancora a lui. Non si è assolutamente scusato, è impossibile parlare con questo ragazzo", ha proseguito un infuriato Ranieri. "Kamara non sente ragioni, per lui va tutto bene perché abbiamo vinto la partita. Cosa ho pensato quando ha sbagliato? Che lo avrei ucciso. E' incredibile, è la prima volta in carriera che mi capita una cosa del genere", ha concluso l'allenatore del Fulham.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche