Lampard smentisce: "Io successore di Sarri al Chelsea? No, sono al Derby County"

Premier League

L’ex giocatore dei Blues, indicato dai bookmakers come il favorito tra i possibili successori di Sarri in caso di esonero, ha smentito questa possibilità: “Sto lavorando qui e i miei pensieri sono rivolti alle partite di mercoledì e sabato”

AUTOPSIA SALA, FATALI LE FERITE ALLA TESTA E AL TORACE

CHIAMATELO PROF GUARDIOLA: QUANTE LEZIONI AI BIG

CHELSEA, L'ANALISI TATTICA DELLA DISFATTA CON IL CITY

La pesante sconfitta incassata dal Chelsea sul campo del Manchester City nell’ultimo turno di Premier League, ha dato adito alle voci di esonero di Maurizio Sarri, che al momento è quinto in classifica. Quindi, escluso al momento dalla qualificazione alla prossima Champions League. Tra i vari possibili sostituti di cui si è fatto il nome, c’era anche Frank Lampard, che ha vestito la maglia dei Blues per 13 anni. Attualmente l’ex centrocampista allena il Derby County e in conferenza stampa ha declinato la possibilità di cambiare panchina, molto caldeggiata dai bookmakers inglesi: “Il mio incarico è qui, stiamo lavorando molto duramente e i miei pensieri sono rivolti solo all’Ipswich Town in vista della partita di mercoledì, e al Brighton per la gara di sabato”.

L’analisi di Lampard

Lampard non ha voluto stigmatizzare il passivo dell’Etihad Stadium: “Hanno comunque affrontato una squadra incredibile come il Manchester City e io ci sono stato, sono legato anche a loro. Il lavoro che Guardiola e il suo incredibile staff hanno fatto è qualcosa di speciale. Per il Chelsea sarà stata una giornata pesante, ma ora la cosa importante è tornare alla carica, senza pensare al tipo di sconfitta subita. Ciò che rende grandi le squadre è la resilienza e il Chelsea ne avrà”.

I più letti