Chelsea, Sarri: "Hudson-Odoi titolare? Non sono l'allenatore dei tifosi"

Premier League

Dopo la grande prestazione del giovane attaccante con la maglia della nazionale inglese, i tifosi del Chelsea vorrebbero vederlo titolare più spesso. Sarri non cede alle pressioni e risponde: "Non sono l'allenatore dei tifosi"

HAZARD: "CHAMPIONS? VINCE SEMPRE CRISTIANO RONALDO"

Chi conosce bene Maurizio Sarri di sicuro non sarà rimasto sorpreso. La “piazza” invoca il giovane Callum Hudson-Odoi, lui va dritto per la sua strada e risponde così: “Non sono l’allenatore dei tifosi”. Insomma, per vedere il 18enne che di recente si è messo in mostra anche con la maglia della nazionale inglese (grande prestazione contro il Montenegro) titolare fisso nel Chelsea c’è tempo e Sarri predica calma, chiarendo che non cederà alle pressioni dei tifosi.

Hudson-Odoi, la crescita giusta

“Dobbiamo giocare otto partite in 28 giorni, e quindi sono sicuro che Callum partirà titolare in due o tre partite. Per me non è un problema metterlo nell'undici iniziale, è pronto. Ma ovviamente posso giocare con solo due ali e in squadra abbiamo Hazard, Willian, Pedro. Non è facile partire titolari in ogni partita qui. Probabilmente però, in futuro, inizierà nel 75-80% delle partite”.

"Conosco molto bene la situazione – ha proseguito - perché, nella scorsa stagione, Callum aveva solo 17 anni e ha giocato tre o quattro partite, credo. In questa stagione, al momento, ha giocato in 19 o 20 partite, quindi penso che l'evoluzione sia quella giusta. Probabilmente ne giocherà 30-35 nella prossima stagione. Se l’ho visto con l’Inghilterra? Solo 20 minuti, perché avevo 14 giocatori nelle nazionali e non avevo tempo per guardare 20 partite. Quindi ho visto la nazionale inglese solo per 20-25 minuti, e Callum non è partito molto bene nei primi 20 minuti a destra. Ha fatto molto bene a sinistra, ma lo conosco e so che preferisce giocare da quella parte".

Sul futuro del giovane attaccante, che ha già parecchi estimatori in Europa (Bayern Monaco e Manchester United su tutti) e che non ha ancora firmato il rinnovo con il Chelsea (è in scadenza a giugno 2020), invece, Sarri è fiducioso: “Non sono in grado di dire se firmerà un nuovo contratto o no, ma penso che resterà qui con noi in ogni caso”.

"Razzismo? Fermare le partite"

Sarri ha anche chiesto alla Premier League e alla FIFA di introdurre regole più severe che consentano agli allenatori di ritirare le loro squadre dal campo in caso di cori razzisti. Proprio Hudson-Odoi ne è stato oggetto nel corso della vittoria del Chelsea in Europa League contro la Dinamo Kiev (5-0) e poi nella partita di qualificazione a Euro2020 con l’Inghilterra, in Montenegro. ”Non mi piace parlare con Callum di questo problema perché, sfortunatamente, non sono in grado di risolverlo”, ha detto Sarri. “In ogni paese ci sono alcune persone stupide, penso. Quindi è un grosso problema. Penso che dobbiamo fare qualcosa di diverso. Probabilmente è giusto fermare la partita per 10 minuti al primo caso”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche