Esordio a 16 anni e un mese: Elliott è il più giovane debuttante in Premier di sempre

Premier League

Il talento del Fulham, classe 2003, è entrato in campo al minuto 88 della partita persa contro il Wolverhampton, stabilendo il nuovo primato per il campionato inglese. Ha compiuto 16 anni lo scorso 4 aprile

I RISULTATI DI PREMIER: SPURS KO NEL RECUPERO

È entrato in campo al minuto 88 di Wolverhampton-Fulham e ha scritto la storia della Premier League. Harvey Elliott, talento classe 2003 dei Cottagers, è il più giovane debuttante di sempre in Premier. È sceso in campo a 16 anni e 30 giorni (il 4 aprile ha festeggiato il compleanno) e pazienza se ne è uscito due minuti dopo - al triplice fischio - da sconfitto.

Il Fulham, già aritmeticamente retrocesso, ha perso 1-0, ma il primato - almeno per adesso - non glielo toglie nessuno. Lui, intanto, l'ha strappato proprio a un altro Cottager, Matthew Briggs, che debuttò quando aveva un mese in più (16 anni e 68 giorni), e si gode la fiducia dell'allenatore Scott Parker che ha voluto fargli questo regalo, richiamando in panchina Zambo Anguissa per farlo entrare in campo e nella storia.

Ala destra brevilinea (un metro e 70), mancino, ovviamente nel giro delle nazionali "under" (due gol in 5 presenze con la Under17), Elliott può agire anche da trequartista ed è una delle giovanissime promesse del calcio inglese. Con il suo record batte il già citato Briggs ed altri sedicenni predestinati come Isaiah Brown del West Bromwich (esordio a 16 anni e 117 giorni), Aaron Lennon del Leeds (16 anni e 129 giorni) e Jose Baxter dell'Everton (16 anni e 191 giorni).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.