Esordio a 16 anni e un mese: Elliott è il più giovane debuttante in Premier di sempre

Premier League

Il talento del Fulham, classe 2003, è entrato in campo al minuto 88 della partita persa contro il Wolverhampton, stabilendo il nuovo primato per il campionato inglese. Ha compiuto 16 anni lo scorso 4 aprile

I RISULTATI DI PREMIER: SPURS KO NEL RECUPERO

È entrato in campo al minuto 88 di Wolverhampton-Fulham e ha scritto la storia della Premier League. Harvey Elliott, talento classe 2003 dei Cottagers, è il più giovane debuttante di sempre in Premier. È sceso in campo a 16 anni e 30 giorni (il 4 aprile ha festeggiato il compleanno) e pazienza se ne è uscito due minuti dopo - al triplice fischio - da sconfitto.

Il Fulham, già aritmeticamente retrocesso, ha perso 1-0, ma il primato - almeno per adesso - non glielo toglie nessuno. Lui, intanto, l'ha strappato proprio a un altro Cottager, Matthew Briggs, che debuttò quando aveva un mese in più (16 anni e 68 giorni), e si gode la fiducia dell'allenatore Scott Parker che ha voluto fargli questo regalo, richiamando in panchina Zambo Anguissa per farlo entrare in campo e nella storia.

Ala destra brevilinea (un metro e 70), mancino, ovviamente nel giro delle nazionali "under" (due gol in 5 presenze con la Under17), Elliott può agire anche da trequartista ed è una delle giovanissime promesse del calcio inglese. Con il suo record batte il già citato Briggs ed altri sedicenni predestinati come Isaiah Brown del West Bromwich (esordio a 16 anni e 117 giorni), Aaron Lennon del Leeds (16 anni e 129 giorni) e Jose Baxter dell'Everton (16 anni e 191 giorni).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche