Guardiola: "Ho bisogno di nemici, di gente che mi odi. Darei tutto per una Champions"

Premier League

L'allenatore dei Cityzens: "Qui a Manchester ho tutto quello che mi serve, non potrei essere in club migliore. Le critiche? Ho bisogno di nemici, di persone che mi odino. Il calcio è fatto di vendette e di miglioramento". Sulla Champions: "Darei tutto per vincerne una, ma spesso sono i dettagli a fare la differenza". Il City, intanto, ha presentato le nuove divise per la prossima stagione

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE NEWS DI OGGI

SILVA, ADDIO AL CITY NEL 2020

“Ho bisogno di nemici, di persone che mi odino”. Mai banale, Pep Guardiola. L’allenatore del Manchester City, durante un’intervista ai microfoni di GOL, ha parlato di quella che è per lui l’essenza del calcio: “Per un allenatore consiste nel vendicarsi e nel cercare di superarsi. La stessa cosa succede agli atleti”. Idee chiare per il futuro: “Mi piacerebbe allenare una Nazionale, vorrei giocare una Coppa del Mondo perché mi ricorda la Champions League, il vantaggio che hai è che ci sono 400 giocatori tra cui scegliere”. A proposito di Champions: “Darei tutto per vincerne una, ma ci sono sette partite molto difficili da superare e piccoli dettagli fanno la differenza. Nessuno ha pensato che Laporte avrebbe sbagliato un rigore, per esempio. Poi vieni eliminato e stai male per giorni”.

"Al City ho tutto quello che mi serve"

Guardiola proseguirà la sua avventura al Manchester City: “Qui ho tutto - ha proseguito - Non potrei essere in un posto migliore. Begiristain (ds del City, ndr) è la persona più importante della mia carriera, perché si fida di me. Il club non mi giudica in base alle vittorie o alle sconfitte, così come i tifosi”. Sugli acquisti milionari di questi ultimi anni, poi: “Senza l'investimento che è stato fatto a suo tempo, non saremmo dove siamo ora. Lo ha fatto anche il Chelsea, il Real Madrid ha già speso 300 milioni, il Barcellona ha firmato diversi giocatori per oltre 100 milioni. È perché abbiamo quel bisogno. Quando sono arrivato avevamo centrali difensivi di 34 anni, ci serviva gioventù”, ha concluso.

Le nuove divise del City

Il Manchester City e Puma hanno dato il via alla nuova collaborazione, presentando le divise dei Cityzens per la stagione 2019-2020. Le maglie da gioco sono state realizzate con la presenza dello stemma del 125º anniversario del club inglese. Il nuovo kit - si legge sul sito del City - si ispira al patrimonio industriale di Manchester. Il motivo a onde intrecciate, che attraversa la maglia, è una rappresentazione visiva dei telai che erano parte integrante della rivoluzione industriale di Manchester. L’iconico “blue City” è evidenziato dal viola, un colore precedentemente utilizzato per le divise del club, e proposto sulla maglia "Home" per la prima volta. Il kit da trasferta celebra invece gli anni “Madchester” della città, un periodo di straordinaria attività culturale tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90. La divisa è ispirata all’ex nightclub “The Haçienda”, che un tempo era un epicentro della musica, delle band, dei DJ e degli artisti emergenti. Utilizzando il colore nero come base, la divisa da trasferta presenta strisce gialle sulla spalla sinistra.  

I più letti