Quando Ferguson disse a Eriksson nel 2006: "Non convocare Rooney, altrimenti ti ammazzo"

Premier League

Nel 2006, nonostante Wayne Rooney fosse in fase di recupero dopo un infortunio, il ct dell’Inghilterra Eriksson lo convocò per i Mondiali in Germania. Questo scatenò l’ira di Ferguson, che allo svedese disse: “Ti ammazzo”

EURO 2020, 8^ GIORNATA: IL CALENDARIO

QUALIFICAZIONI EURO 2020, LE CLASSIFICHE DI TUTTI I GIRONI

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

In un’intervista al "The Times" Sven Goran Eriksson ha ricordato il suo passato da allenatore, svelando anche un retroscena di quando, alla guida della Nazionale inglese nel 2006, convocò Rooney per giocare i Mondiali in Germania. L’attaccante del Manchester United in quel periodo era alle prese con il recupero da un infortunio del metatarso e dunque non era al meglio per giocare. Ma Eriksson non volle saperne e lo convocò ugualmente, andando contro Sir Alex Ferguson.

"Non convocare Rooney perche sto per ucciderti"

L'allora allenatore del Manchester United non riteneva pronto il suo attaccante per giocare una competizione così importante e faticosa. Sir Alex arrivò a minacciare il ct Eriksson, come ricorda lo stesso svedese: "Erano le sette del mattino o anche prima. Mai a dirmi 'ciao Sven, come stai?', pensai volesse uccidermi. E in effetti mi disse 'Ti ammazzo, sei finito, non convocare Rooney perché sto per ucciderti', e io gli risposi 'Ma che cavolo ti sta succedendo?'". Quella litigata finì con una risposta netta dello svedese: "Alex, convocherò Rooney. Ora buona vacanza, ciao ciao". Il Mondiale non andò bene per l'Inghilterra che fu eliminata ai quarti di finale dal Portogallo dopo i rigori. Eriksson però non rinunciò a Rooney, con buona pace di Ferguson.

I più letti