Everton, Coleman su Ancelotti: "Quando entra in una stanza porta allegria"

Premier League

Il capitano dei Toffees entusiasta per l'arrivo del nuovo allenatore: "E' un manager che quando parla lo ascolti. Avere uno come lui dovrebbe rendere orgoglioso tutto il club". Lo stesso Ancelotti ha poi smentito l'eventualità di acquistare un attaccante a gennaio: "Non ne abbiamo ancora parlato, ma quelli che abbiamo sono davvero bravi"

Buona la prima per Carlo Ancelotti sulla panchina dell'Everton: 1-0 sul Burnley grazie alla rete a 10 minuti dal termine di Dominic Calvert-Lewin. Tra le novità apportate dal nuovo allenatore c'è stato l'utilizzo in fase difensiva di uno schieramento a tre, nel quale è stato impiegato il capitano Seamus Coleman. Allo stesso Coleman sono affidate nel post partita le prime sensazioni sull'arrivo di Ancelotti sulla panchina dell'Everton: "E' un allenatore che quando parla, lo ascolti. Quando entra in una stanza, ti rallegri. Come giocatore cerco di apprendere da ogni manager e rispetto tutti quelli che ho avuto, ma avere uno con i suoi risultati e con quello che ha fatto nel mondo del calcio dovrebbe rendere orgoglioso tutto il club. Noi calciatori dovremo assorbire tutto e imparare da uno dei migliori come lui. Speriamo che il suo arrivo possa darci una scossa".

"Appena i tifosi hanno visto entrare Carlo..."

Intanto sono arrivati i primi tre punti, per la soddisfazione di Ancelotti e dello stesso Coleman: "L'allenatore ha apportato alcune modifiche e penso che con la prestazione di oggi abbiamo meritato la vittoria. Abbiamo lavorato sulla difesa a tre in settimana e mi sono trovato bene. Sono stato davvero felice di farlo e mi sono molto divertito". I ringraziamenti vanno però anche a Duncan Ferguson, che ha traghettato la squadra prima dell'arrivo di Ancelotti con ottimi risultati: "Nelle poche partite in cui ci ha guidato ci ha dato grande slancio. Ha ridato fiducia anche al pubblico poi, ovviamente, quando l'ambiente è positivo e i tifosi hanno visto entrare in campo Carlo Ancelotti, hanno cominciato a darci una grande spinta e sono stati determinanti per la vittoria".

Ancelotti: "Non ho richiesto un attaccante"

Intanto in Inghilterra si cominciano a fare i primi nomi in vista della sessione invernale di mercato per l'Everton. E alla domanda se avesse chiesto un attaccante per gennaio, Ancelotti ha risposto in questo modo: "No, non ne abbiamo ancora parlato ma di sicuro non ne abbiamo bisogno. Quelli che abbiamo sono davvero bravi e comunque non abbiamo ancora parlato di nulla. Abbiamo 3 partite importanti prima del mercato su cui dobbiamo concentrarci. Poi valuteremo se abbiamo bisogno di qualcosa oppure no".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche