Coronavirus, Ighalo al Manchester United costretto ad allenarsi da solo

Premier League

L'attaccante nigeriano, arrivato 11 giorni fa dallo Shanghai Shenhua, non si sta allenando insieme ai compagni per i timori del contagio da coronavirus

Proviene da un club cinese, quindi per precauzione si allena da solo. I timori del contagio da coronavirus si abbattono su Odion Ighalo, attaccante appena

ingaggiato dal Manchester United, che lo ha acquistato dallo Shanghai Shenhua con la quale ha giocato fino allo scorso dicembre. Ighalo è arrivato dalla Cina in Inghilterra appena 11 giorni fa. Il nigeriano deve rimanere in quarantena durante il periodo di incubazione del virus (quello tra il potenziale tempo dell'infezione e la comparsa dei primi sintomi), periodo che dura 14 giorni. Il calciatore dunque non si sta allenando insieme con i suoi compagni e il club ha deciso di non convocarlo per il mini ritiro invernale in Spagna temendo che possa poi avere problemi a tornare in Gran Bretagna. L'allenatore Ole Gunnar Solskjaer aveva spiegato prima della partenza per il ritiro di Marbella che si trattava "solamente di una misura precauzionale". Il 30enne, ex di Udinese e Cesena, dovrebbe infatti viaggiare regolarmente con la squadra per la partita con il Chelsea in programma il prossimo lunedì.

I più letti