Grealish: "Tifosi Aston Villa, state a casa". Poi incidente in auto

Premier League
©Getty

Disavventura risalente a domenica mattina per il capitano dell'Aston Villa, centrocampista inglese che solo poche ore prima aveva invitato i suoi followers a restare a casa complice l'emergenza Coronavirus. Come riportano i tabloid britannici, Grealish avrebbe danneggiato la sua auto contro altre vetture dopo una festa notturna. Sull'episodio stanno indagando le autorità. Le sue scuse su Instagram: "Nessuno deve commettere il mio errore". Il giocatore sarà multato dal club e la somma destinata all'ospedale di Birmingham

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

L’emergenza Coronavirus resta d’attualità in Italia come in tutto il mondo, pandemia da affrontare rispettando regole che conosciamo bene. Misure note anche a Jack Grealish, capitano dell’Aston Villa: solo poche ore fa il 24enne centrocampista inglese, attraverso un video condiviso sui propri canali social, aveva invitato i suoi seguaci a rispettare le indicazioni delle autorità. "Esci da casa solo per comprare cibo, comprare medicine o fare esercizio fisico e ricordati sempre di stare ad almeno due metri di distanza. Resta a casa, proteggi il servizio sanitario nazionale, salva le vite". Peccato che lo stesso Grealish, talento esaltante in campo ma non nuovo ad episodi controversi, abbia commesso il più ingenuo degli autogol a brevissima distanza dal suo appello. Lo hanno riportato i tabloid britannici, notizia accompagnata da foto che fanno davvero riflettere.

Auto distrutta dopo una festa

Come scrive l’Independent, quotidiano britannico che ha raccontato l’accaduto come altri giornali nazionali, l’episodio risale alle 8 di domenica mattina dopo una notte di festeggiamenti nonostante il divieto del governo inglese a recarsi nei locali. Immortalato sul ciglio della strada accanto al proprio veicolo, una Range Rover da 80mila sterline abbandonata sul marciapiede, Grealish avrebbe urtato altre auto parcheggiate danneggiandole. Secondo la ricostruzione dell’Independent, il capitano dell’Aston Villa si sarebbe prima scontrato con un furgone ammaccandolo ma proseguendo per ulteriori 200 metri lungo la strada: successivamente avrebbe colpito altre automobili e una ringhiera di ferro, di fronte ad un’agenzia immobiliare. Visibili i danni al suo mezzo nelle foto che circolano sul web, immagini che coinvolgono lo stesso Grealish sulla scena dell’episodio in pantofole. In merito all’accaduto, la polizia delle West Midlands ha aperto un’indagine per fare luce su ciò che è accaduto. "Sono stati presi accordi per ottenere maggiori dettagli sulle circostanze della collisione dal conducente", riporta una nota delle autorità che prosegue: "Siamo stati chiamati a Waterside, Dickens Heath, poco prima delle 10 per segnalare che una Range Rover si era schiantata contro due macchine parcheggiate in strada. Il conducente ha lasciato i suoi dati ad un pubblico ufficiale prima di allontanarsi a piedi. Verrà informato dalla polizia a tempo debito. Danni lievi sono stati causati ai veicoli parcheggiati".

Le scuse su Instagram

Attraverso il proprio profilo Instagram, Jack Grealish ha commentato personalmente la vicenda che l’ha visto coinvolto: "Ciao a tutti, voglio fare solo un breve video solo per dire quanto sono profondamente dispiaciuto di ciò che è successo questo weekend. So che ora è un momento difficile per tutti: essendo rinchiuso in casa per così tanto tempo, appena ho ricevuto una telefonata da un amico che mi chiedeva di andare da lui ho stupidamente accettato. Non voglio che nessuno commetta il mio stesso errore, voglio sinceramente restare a casa e seguire le regole e le linee guida di ciò che ci è stato chiesto di fare. So per certo che lo farò nel prossimo futuro e ovviamente, come ho detto, esorto tutti a fare lo stesso. Spero che tutti possano accettare le mie scuse e spero che prossimamente saremo nuovamente fuori a divertirci, appena tutto sarà finito". 

Multato dall'Aston Villa

È arrivato anche il provvedimento del club d’appartenenza di Grealish: "L'Aston Villa è profondamente deluso dal fatto che uno dei nostri giocatori abbia ignorato la guida del governo sul rimanere a casa durante la crisi Coronavirus. Il capitano del club, Jack Grealish, ha ammesso che la sua decisione di lasciare casa era sbagliata e del tutto inutile. Ha violato le linee guida del governo che sono chiare e che dovrebbero essere rispettate da tutti. Il giocatore sarà multato e i proventi donati a The University Hospitals Charity di Birmingham".

CALCIO: SCELTI PER TE