Manchester, aereo sullo stadio del City con uno striscione: "White Lives Matter. Burnley"

il caso

Un aereo che trainava uno striscione con la scritta "White Lives Matter Burnley" ha sorvolato l'Etihad Stadium di Manchester all'inizio della partita di Premier tra Sity e Burnley. Il veivolo è apparso poco dopo che i giocatori delle due squadre si erano inginocchiati a sostegno del movimento antirazzista "Black Lives Matter". Ben Mee, capitano del Burnley: "Mi vergogno"

CHELSEA-MAN CITY LIVE

In un momento delicato, dove la lotta al razzismo ha portato e porterà a diverse manifestazioni in tutto il mondo a seguito della morte di George Floyd, dall'Inghilterra arriva un episodio che fa discutere. Durante la partita tra Manchester City Burnley, con i giocatori che hanno indossato le maglie con la Black Lives Matter in memoria di Floyd e si sono inginocchiati in onore delle vittime del razzismo, un aereo ha sorvolato l'Etihad Stadium con uno striscione e la scritta White Lives Matter, Burnley (le vite biache contano).

Un vero blitz aereo, il club prende le distanze

L'aereo, come detto, è apparso poco dopo che i giocatori di City e Burnley si erano inginocchiati a sostegno del movimento antirazzista. Il Burnley ha preso le distanze dal gesto ma al momento non si conoscono altri dettagli su quello che appare come un vero e proprio blitz. In Inghilterra affittare aerei per lanciare messaggi di sfottò nei confronti degli avversari è qualcosa di usuale, ma è chiaro che in questo caso si è andati ben oltre e la polemica è esplosa. 

"Mi vergogno"

"Mi vergogno, sono imbarazzato che un piccolo gruppo di nostri fan lo abbia fatto questo", ha detto al termine della partita Ben Mee, difensore e capitano del Burnley.

La situazione in Inghilterra

leggi anche

Lewis Hamilton in corteo contro il razzismo. VIDEO

Tutti i giocatori della Premier hanno finora indossato maglie con la scritta Black Lives Matter al posto dei loro nomi, mentre la Lega si è unita alla campagna di protesta nata dopo i fatti di Minneapolis. In Inghilterra, inoltre, il movimento è stato molto attivo finora e non sono mancati cortei e tensioni, come quelle del 15 giugno a Londra, alla stazione di Waterloo, con scontri tra estremisti di destra e partecipanti al corteo. Una grande manifestazione c'è stata anche nella giornata di domenica 21 giugno, a questa ha preso parte anche Lewis Hamilton, pilota di Formula 1.