Premier League, i risultati della 1^ giornata: vincono United, Chelsea e Liverpool

Premier League

Inizio spettacolare da parte del Manchester United, che davanti ai più di 70.000 di Old Trafford travolge il Leeds per 5-1: grande protagonista Bruno Fernandes, autore di una tripletta. Bene anche il Chelsea, che all'esordio batte 3-0 il Crystal Palace a Stamford Bridge. Vince pure il Liverpool con un secco 3-0 sul campo del Norwich (Diogo Jota, Firmino e Salah)

CLICCA QUI PER VEDERE GLI ALTRI GOL DI PREMIER

NORWICH-LIVERPOOL 0-3 (Highlights)

26' Diogo Jota, 65' Firmino, 74' Salah

 

Norwich (4-3-3): Krul; Aarons, Hanley, Gibson, Giannoulis; Rupp, Gilmour, Lees-Melou; Cantwell (86' Dowell), Pukki (77' Uche Idah), Rashica (77' Sargent). All.: Farke.

Liverpool (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, van Dijck, Tsimikas; Oxlade-Chamberlain (61' Fabinho), Keita (83' Elliott), Milner; Salah, Diogo Jota (61' Firmino), Mané. All.: Klopp.

 

Ammoniti: 25' Milner (L), 53' Cantwell (N). 

leggi anche

Lukaku 2° colpo più caro in Premier dopo Grealish

Parte nel verso giusto la Premier League 2021/22 per il Liverpool. I giocatori di Klopp escono vincenti dal Carrow Road di Norwich. La decidono gli attaccanti: nel primo tempo ci pensa il portoghese Diogo Jota (schierato titolare al centro dell’attacco dei Reds) che al 26 è bravo a chiudere l’azione con un tiro di destro dall’interno dell’area di rigore. Al 60' Klopp lo sostituisce con Firmino e anche il brasiliano riesce a mettere il suo nome nel tabellino dei marcatori concretizzando un grande assist di Momo Salah. L’egiziano poi ha messo la ciliegina sulla torta di una grande prestazione, segnando il gol del 3-0 che gli permette di eguagliare un nuovo record: è il primo giocatore nella storia della Premier League a segnare per cinque volte di seguito un gol nella gara di apertura. E il Liverpool vola. 

CHELSEA-CRYSTAL PALACE 3-0 (Highlights)

27' Alonso, 40' Pulisic, 58' Chalobah

 

CHELSEA (3-4-2-1): Mendy; Chalobah, Christensen, Rudiger; Azpilicueta (67' James), Jorginho, Kovacic, Alonso (86' Emerson); Mount, Pulisic (82' Havertz); Werner. All. Tuchel

 

CRYSTAL PALACE (4-4-2): Guaita; Ward, Kouyate, Guehi, Mitchell; Ayew, Riedewald (77' Rak-Sayki), McArthur, Schlupp (57' Andersen); Zaha, Mateta (57' Benteke). All. Vieira

leggi anche

L'agente: "Lukaku colpito nell'animo dal Chelsea"

Tre giorni dopo la vittoria in Supercoppa Europea ai calci di rigore contro il Villarreal, comincia bene anche il cammino in campionato per il Chelsea di Thomas Tuchel. Un secco 3-0 al Crystal Palace alla prima a Stamford Bridge, che ha ritrovato il suo pubblico come in tutti gli stadi della Premier League in questa prima giornata. Primo tempo di grande livello per i padroni di casa, che già in 40 minuti sbrigano la pratica grazie alle reti di Marcos Alonso e Pulisic: splendida punizione dai 25 metri dell'ex Fiorentina prima e cross di Mount respinto male dal portiere Guaita, che il talento statunitense appoggia il rete per il gol che manda i Blues al riposo sul 2-0. Secondo tempo più in gestione per gli uomini di Tuchel, che al 58' trovano anche il terzo gol grazie a una conclusione dalla distanza di Chalobah. Tutto facile per il Chelsea, che manda un primo segnale alle rivali nella lotta per la vittoria della Premier League.

MANCHESTER UNITED-LEEDS UNITED 5-1 (Highlights)

30', 54' e 60' Bruno Fernandes (M), 48' Ayling (L), 52' Greenwood (M), 68' Fred (M)

 

MANCHESTER UTD (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire, Shaw; McTominay (69' Matic), Fred; James (75' Sancho), Bruno Fernandes, Pogba (75' Martial); Greenwood. All. Solskjaer

 

LEEDS (4-1-4-1): Meslier; Ayling, Struijk, Cooper, Dallas; Koch; Raphinha, Rodrigo (46' Junior Firpo), Klich, Harrison (69' Helder Costa); Bamford (77' Roberts). All. Bielsa

 

Ammoniti: Cooper (L), Raphinha (L), Shaw (M)

vedi anche

Varane allo United: presentato a Old Trafford

Comincia con il botto la Premier League per il Manchester United, che travolge il Leeds per 5-1. Davanti a 70.000 persone, che sono tornate a riempire Old Trafford, il grande protagonista di giornata è Bruno Fernandes, autore di una tripletta. E' proprio il portoghese ex Sampdoria e Udinese ad aprire il match al minuto 30, che mette a frutto un meraviglioso assist di Pogba e permette alla formazione di Solskjaer di andare al riposo sull'1-0. Il pareggio arriva nei primissimi minuti della ripresa ed è altrettanto bello: Ayling avanza palla al piede e scarica un destro da fuori area che non lascia scampo a De Gea. Sembra l'inizio delle difficoltà per i padroni di casa e invece è solo il preludio allo show che si vedrà nella ripresa: Grenwood, ancora due volte Bruno Fernandes e Fred certificano il trionfo del Manchester United, che batte 5-1 il Leeds e fa esultare il rientrante pubblico del Teatro dei sogni.

BURNLEY-BRIGHTON 1-2

2' Tarkowski (BU), 73' Maupay (BR), 78' Mac Allister (BR)

 

BURNLEY (4-4-2): Pope; Lowton, Tarkowski, Mee, Taylor; Gudmundsson, Westwood, Cork (86' Vydra), McNeil (79' Brownhill); Wood, Rodriguez (70' Barnes). All. Dyche

 

BRIGHTON (4-1-4-1): Sanchez; Webster, Duffy, Dunk, Gross; Alzate (72' Moder); March, Mwepu (46' Lallana), Bissouma, Trossard (76' Mac Allister); Maupay. All. Potter

 

Ammoniti: Gudmundsson (BU), Tarkowski (BU), Maupay (BR)

Oltre ai due successi rotondi di Manchester United e Chelsea, il sabato di Premier League apre le sue porte anche alle rimonte. La prima è quella del Brighton, che nella ripresa ribalta il vantaggio dopo soli 2 minuti del Burnley grazie alla rete di Tarkowski, e con l'uno due nel giro di 5 minuti firmato da Maupay e Mac Allister (appena entrato) conquista i primi tre punti (in trasferta) della sua stagione.

EVERTON-SOUTHAMPTON 3-1

22' Armstrong (S), 47' Richarlison (E), 76' Doucoure (E), 81' Calvert-Lewin (E)

 

EVERTON (4-2-3-1): Pickford; Coleman, Holgate, Keane, Digne; Allan, Doucoure; Townsend (70' Iwobi), Gray (83' Mina), Richarlison (89' Gordon); Calvert-Lewin. All. Benitez

 

SOUTHAMPTON (4-4-2): McCarthy; Livramento, Stephens, Salisu, Perraud (84' Redmond); Walcott (80' Tella), Romeu (80' Diallo), Ward-Prowse, Djenepo; Adams, Armstrong. All. Hasenhuettl

 

Ammoniti: Richarlison (E), Doucoure (E)

 

La seconda rimonta di giornata è quella dell'Everton, che regala così un ritorno in Premier favorevole a Rafa Benitez. L'allenatore spagnolo, che ha ereditato la panchina da Carlo Ancelotti, vede le streghe nel primo tempo, con il gol di Armstrong al minuto 22 che manda al riposo il Southampton in vantaggio di un gol. La ripresa è però tutta a marca Toffees e così Richarlison, Doucoure e l'immancabile Calvert-Lewin firmano la rimonta e regalano i primi tre punti all'allenatore ex Liverpool.

LEICESTER-WOLVERHAMPTON 1-0

41' Vardy

 

LEICESTER (4-2-3-1): Schmeichel; Pereira, Amartey, Soyuncu, Thomas; Tielemans, Ndidi; Ayoze Perez (62' Vestergaard), Maddison (62' Soumare), Barnes (72' Iheanacho); Vardy. All. Rodgers

 

WOLVERHAMPTON (3-4-2-1): Sa; Kilman (90' Fabio Silva), Coady, Saiss; Hoever, Ruben Neves, Moutinho (66' Dendoncker), Marcal; Trincao (86' Gibbs-White), Traore; Jimenez. All. Lage

 

Ammoniti: Marcal (W), Hoever (W), Vardy (L)

 

Sfida interessante tra due squadre che hanno stupito negli ultimi anni, qualificandosi spesso per le coppe europee e andando a inserirsi nel calcio inglese di vertice. A decidere Leicester-Wolverhampton, manco a dirlo, è Jamie Vardy, dall'alto dei suoi 34 anni di cui 9 trascorsi con la maglia del Leicester indosso (quella appena cominciata è la decima stagione). Un messaggio importante degli uomini di Rodgers che rilanciano la propria candidatura a un posto in Champions League, sfuggita la passata stagione nelle ultimissime battute.

WATFORD-ASTON VILLA 3-2

10' Dennis (W), 42' Sarr (W), 67' Hernandez (W), 70' McGinn (A), 97' Ings rig. (A)

 

WATFORD (4-3-3): Bachmann; Cathcart, Troost-Ekong, Kabasele, Masina; Cleverley (80' Deeney), Etebo, Kucka (70' Gosling); Sarr, Dennis (66' Hernandez), Sema. All. Xisco

 

ASTON VILLA (4-2-3-1): Martinez; Cash, Konsa, Mings, Targett (46' Ramsey); McGinn, Nakamba; El-Ghazi (61' Bailey), Buendia (72' Traore), Young; Ings. All. Smith

 

Ammoniti: Kucka (W), Sema (W), Mings (A), Etebo (W)

 

Spettacolo anche tra Watford e Aston Villa, in una sfida a due facce che ha rischiato clamorosamente di riaprirsii nel finale. Dominano i padroni di casa per larghi tratti del match e si portano sul 3-0 grazie alle reti di Dennis, Sarr (nel primo tempo) e Hernandez. Partita chiusa? Neanche per sogno, perchè gli ospiti rientrano in partita prima con McGinn e poi con il calcio di rigore realizzato nei minuti di recupero da Ings. Non bastano gli 8 minuti giocati oltre al 90' per un Aston Villa che si è svegliato troppo tardi e deve rammaricarsi per questi primi punti sfuggiti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche