Chelsea, ufficiale la cessione del club a Boehly: il comunicato del club

Premier League
©IPA/Fotogramma

Dopo un'attesa lunga mesi, ora è ufficiale il passaggio di proprietà del Chelsea al Todd Boehly/Clearlake Capital consortium. L'operazione sarà conclusa entro lunedì 30 maggio, assicura il club inglese. A capo del nuovo gruppo ci sono Todd Boehly, Hansjorg Wyss e Jonathan Goldstein

MERCOLEDI' ERA ARRIVATO L'OK DEL GOVERNO INGLESE

C'è l'accordo definitivo per il passaggio di proprietà del Chelsea nelle mani del gruppo guidato dall'imprenditore statunitense Todd Boehly. Lo comunica una nota ufficiale emessa dal club inglese nella mattinata di sabato: "Possiamo confermare che nella notte - si legge - è stato raggiunto un accordo conclusivo e definitivo per la cessione del club al Todd Boehly/Clearlake Capital Consortium. Da previsioni, la transazione sarà completata lunedì prossimo. In quella data il club fornirà ulteriori aggiornamenti". Si conclude così un percorso avviato il 26 febbraio 2022, dopo che il governo inglese con lo scoppio della guerra in Ucraina aveva congelato i conti di Roman Abramovich visti i suoi legami con Vladimir Putin e aveva concesso inizialmente una licenza per consentire l’ordinaria amministrazione del club. 

Cessione Chelsea, le cifre

approfondimento

Da Ranieri a Tuchel, i mister dell'era Abramovich

In settimana il Governo aveva poi approvato la licenza speciale per la vendita del club a condizione che – come si leggeva nel comunicato emesso nella mattinata di mercoledì – venisse assicurato che Abramovich non ne traesse profitto e che i soldi fossero usati a scopi umanitari a favore dell’Ucraina. Così, dopo i primi mesi di proposte e trattative, Boehly, già avvistato in tribuna a Stamford Bridge nelle ultime partite della stagione, ha superato la concorrenza dei rivali per l'acquisto del Chelsea. L'accordo sarà ratificato per una cifra pari a 4,25 miliardi di sterline (circa 4,9 miliardi di euro).

Chi sono i nuovi proprietari del Chelsea

approfondimento

I colpi dell'era Abramovich: spesi 2340 milioni

Boehly compone con Hansjorg Wyss e Jonathan Goldstein il trio di imprenditori a capo del gruppo che acquisirà il Chelsea insieme alla Clearlake Capital. Americano con origini tedesche, secondo Forbes il patrimonio di Boehly è stimato in 4 miliardi e mezzo di dollari. Non è nuovo a investimenti nel mondo dello sport. Tra le sue proprietà, anche una quota dei Los Angeles Dodgers, franchigia tra le più blasonate e vincenti della Major League Baseball, e delle Los Angeles Sparks, squadra di WNBA. Wyss è invece un miliardario svizzero ed ex proprietario di una multinazionale di apparecchiature mediche, oggi benefattore per la difesa dell'ambiente, mentre Goldstein è un imprenditore londinese, co-fondatore e CEO della Cain International, società di investimento privata.