Milan, ci pensa Bacca: così passa il mal di gol

Serie A

Il colombiano risolve nei minuti finali la gara contro il Cagliari, interrompendo il digiuno che durava da 7 partite. Una liberazione per i rossoneri, già a secco nelle due precedenti gare di campionato contro Roma e Atalanta

MILAN-CAGLIARI 1-0
88' Bacca

Ha fatto bene Montella a insistere. Nel freddo di San Siro il Milan rischia fino a pochi minuti dalla fine di steccare per il terzo anno di fila, contro un Cagliari che ha sempre subito gol in trasferta. Lo 0-0 è scongiurato da Carlos Bacca, lasciato in campo fino all'ultimo, nella speranza da parte del suo allenatore che la voglia di sbloccarsi prevalesse su tutto.

Bacca fa guarire il Milan dal "mal di gol" (rossoneri a secco contro Roma e Atalanta nelle due precedenti gare di campionato) e interrompe il suo digiuno di partite consecutive senza rete a quota 7. Fondamentale anche il lavoro della difesa, che si conferma solida: Donnarumma, alla sua 50.a presenza in rossonero, aggiunge un altro clean sheet alla sua collezione. Da quando ha esordito in A, solo Buffon (23) e Reina (18) hanno tenuto la porta inviolata più volte di lui (17) in campionato.

Montella sceglie l'XI anti-Cagliari dimenticando la Supercoppa vinta a Doha e schiera la consueta difesa con Abate, Paletta, Romagnoli, e De Sciglio davanti a Donnarumma; centrocampo a tre con Pasalic, Locatelli e Bonaventura; tridente composto da Suso, Bacca e Niang. Immancabile a San Siro Galliani, rientrato dal Brasile e pronto ad affrontare il mercato di gennaio, dichiarando: "Serve solo un attaccante esterno".

L'avvio di gara dei padroni di casa fa ben sperare il pubblico del Meazza, i rossoneri sono propositivi e sembra domare il Cagliari. Al 27' si fa male Abate, messo ko da Bruno Alves. Il capitano del Milan è costretto a lasciare il campo, entra Antonelli e De Sciglio si sposta sulla fascia destra. Il primo tempo si può riassumere con un'occasione per parte: la punizione di Bonaventura che spaventra Rafael e la conclusione di Barella neutralizzata da Donnarumma.

Nella ripresa il Cagliari spaventa i padroni di casa e arriva addirittura al gol con Isla, ma la rete viene giustamente annullata per fuorigioco. Montella sostituisce sorprendentemente Bonaventura (dentro Bertolacci) e a 10' dalla fine si gioca la carta Lapadula, lasciando però in campo Bacca. Sono proprio loro due a confezionare la rete scaccia-pensieri, che permette al Milan di stare al passo di Roma, Napoli, Lazio e Atalanta, che come l'Inter hanno iniziato l'anno con una vittoria. I rossoneri però devono recuperare una partita, quella contro il Bologna saltata per disputare la Supercoppa a Doha: Montella, a quota 36 punti in classifica, potrebbe virtualmente terminare il girone di andata con una media superiore ai 2 punti a partita.



Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche