Nainggolan-Dzeko, la Roma passa a Crotone

Serie A

I giallorossi vincono 2-0 allo Scida nell'anticipo di pranzo e tornano secondi in classifica. 18° gol stagionale in campionato per il bosniaco, che sbaglia anche un rigore

CROTONE-ROMA 0-2

40’ Nainggolan, 77’Dzeko
 

Formazioni – Nella Roma dopo un mese e mezzo torna dal 1’ Salah. L’ultima da titolare il 22 dicembre (3-1 al Chievo) prima dell’avventura in Coppa d’Africa, persa in finale contro il Camerun. Riecco l’egiziano, ma non la difesa a 4. L’altra novità è il turno di riposo che Spalletti concede a De Rossi, con Paredes titolare al fianco di Strootman. Anzi, a 3 dietro ci si mette pure il Crotone, anzi a 5.

Edin sbaglia, Nainggo no – Il primo tempo scorre via con poche emozioni e quasi tutte vedono Dzeko protagonista. Al 7’ il capocannoniere del campionato viene pescato bene da Strootman; contatto in area prima che vada al tiro: Russo non fischia, lui non protesta. Tutto regolare. Tutto regolare (sembra) anche al minuto 16: quando una carezza in area di Mesbah sulla schiena di Salah viene premiata col fischio (più che generoso). E’ l’11° rigore concesso dai giallorossi in questo campionato, un record che però Dzeko sporca calciando a lato.

Secondo rigore sbagliato per il bosniaco, dopo quello di Udine. Allora la Roma era già avanti grazie a un diagonale di Nainggolan. A fattori invertiti, la storia si ripete. Minuto 40: il belga (con la fascia di capitano al braccio) controlla in area e centra l’angolino lontano dove Cordaz non può arrivare. 6° centro in campionato per lui, il modo migliore per rispondere alle polemiche.

Curiosità: a Cordaz Nainggolan aveva segnato anche il primo gol da professionista (Treviso-Piacenza 3-2 dell’ottobre 2008)

Per il Crotone non una novità: la squadra di Nicola è quella che ha subito più gol in campionato nel quarto d’ora finale dei due tempi (23)

Due pali in un minuto – A inizio secondo tempo Dzeko prova a raddrizzare la sua domenica, fin lì indigesta. Sempre di sinistro. Il primo è alle stelle, il secondo scheggia l’incrocio (6 fra pali e traverse per il bosniaco, recordman anche in questa categoria). Dal successivo angolo, altro legno stavolta centrato di testa da Fazio.

Rimonta? Un miraggio - Il Crotone, assieme al Palermo, è l’unica squadra a non aver recuperato nemmeno un punto in casa da situazioni di svantaggio: 6 gare e 6 sconfitte. Vorrebbe farlo grazie a un destro potente dalla distanza di Acosty, ma Szczesny è attento e respinge coi pugni. Per l’ultimo quarto d’ora Nicola torna al 4-4-2, affiancando Trotta a Falcinelli. Ma la Roma la chiude pochi istanti dopo, sempre in quel fatidico quarto d’ora finale in cui il Crotone diventa di burro. Grazie all’asse Salah-Dzeko, la coppia più prolifica del campionato: assist dell’egiziano per il facile tap-in del capocannoniere. 25° gol stagionale, il 18° in A ma appena il 6° lontano dall’Olimpico.

Fuoriprogramma - Al 20′ della ripresa, siparietto fra Spalletti e uno spettatore della tribuna alle spalle della panchina giallorossa. L'allenatore della Roma ha risposto in maniera molto particolare agli insulti: si è girato verso di lui, fissandolo ininterrottamente per 2 minuti

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche