Roma, Spalletti: "Nainggolan è stato troppo buono"

Serie A

Altra vittoria per i giallorossi, il commento dell'allenatore: "Andiamo avanti". Su Paredes: "Deve capire di essere da grande squadra". Ora il Villarreal: "Buona squadra". Infine sul belga: "Ha detto cose normalissime! Serata libera per tutti, ma lui dormirà nel lettone matrimoniale con me"

Altro giro, altra vittoria. E dopo il 4-0 altri 2 gol per la Roma di Spalletti: decidono Nainggolan e Dzeko (il bosniaco ha sbagliato anche un rigore). Ora il Villarreal, ecco il commento dell'allenatore giallorosso su Sky Sport: "Ci siamo messi in difficoltà con il rigore sbagliato all'inizio. Poi abbiamo giocato, controllato bene la partita. Paredes non l'ho fatto giocare tantissimo, si deve convincere di essere da grande squadra anche se il minutaggio non lo agevola. Mettendo 3 centrali forti ci ha agevolato". E ancora, un pensiero su chi è rimasto a casa: "Poi abbiamo altri giocatori fuori per cui il nostro discorso va avanti così". 

"Nainggolan fortissimo, troppo buono. E stanotte dorme con me!" - Continua Spalletti: "Quello di Salah è stato un ottimo rientro. Ha fatto vedere subito le sua qualità. Quando attacca lo spazio diventa ostico per i difensori. Ora che lo abbiamo ritrovato ce lo teniamo stretto". Sul Villarreal: "Loro sono una buona squadra, mi aspetto una partita difficile. Uscire fuori da questa gara qui era importante, per similitudini ambientali". Un commento anche su Nainggolan, protagonista dopo il video dei giorni scorsi: "Secondo me è un centrocampista fortissimo, è un top player. Se continua ad essere in condizioni mentali e fisiche così ci può dare ancora tanto. Si vuole creare il caso, ha detto cose normalissime. È un giocatore troppo buono. Loro devono sapere che sono campioni che vivono una sorta di Grande Fratello. Se li gli può dire qualcosa è che è troppo buono, troppo disponibile". Infine una battuta: "Serata libera quasi per tutti i ragazzi, mentre Nainggolan dorme con me nel letto matrimoniale". 

L'episodio col tifoso - Una serie di insulti dalla tribuna, proprio sopra di lui. Di continuo. Un tifoso ce l'aveva con Spalletti e gliene ha dette di tutti i colori. E nel secondo tempo l'allenatore giallorosso si è voltato, fissandolo per qualche minuto. Faccia a faccia. Il motivo? L'ha chiarito lui stesso nel post partita, ai microfoni di Sky Sport: "Erano 40 minuti che continuava ad insultarmi, mi sono messo a disposizione cercando di agevolare la sua voglia". 

Dzeko: "Rigore? Il prossimo lo lascio ad altri" - Croce e delizia di giornata, sbaglia e segna. Comunque protagonista. Eccolo qui, Edin Dzeko. Prima l'errore dal dischetto (il secondo di fila), poi il gol della sicurezza dopo il destro di Nainggolan. 2-0 al Crotone, ma chi tirerà il prossimo rigore? "Lo lascio ad altri! Capita, non è niente di grave". Poi sulla partita, il tutto su Sky Sport: "Il Crotone non ha creato nulla, ma è stato difficile lo stesso". Ora il Villarreal il Europa League: "È un'altra partita, loro sono forti e giocano a calcio come noi. Adesso abbiamo tre giorni di riposo e poi dobbiamo provare a vincere in Spagna".

I più letti