Capello nel cuore di Ibra: "Mi ha cambiato"

Serie A
ibra_capello

Una foto in compagnia di Capello e un messaggio al suo ex allenatore. Zlatan Ibrahimovic elogia Don Fabio: "E' l'uomo che ha cambiato il mio gioco"

Foto ricordo - Sorriso smagliante, mano appoggiata sulla spalla. Tutti in posa, si scatta… foto ricordo e tanti flashback nel messaggio postato da Zlatan Ibahimovic sul proprio profilo Instagram. "The person who changed my game, Fabio Capello", ammissione tutta svedese, con l’attaccante dello United che sarà il prossimo protagonista di 'Collezione Capello', programma di Fox Sports. Ibra che conferma quanto svelato tempo fa proprio da Fabio Capello, che allenò l’attaccante svedese dal 2004 al 2006 nella Juventus: "Appena arrivato alla Juventus Ibrahimovic non sapeva calciare, calciava molto male. Io lo impostai, in lui vidi l'orgoglio e la voglia di diventare il numero uno. Si mise ad allenare bene il tiro anche dopo gli allenamenti con la squadra e arrivò a calciare anche le punizioni".

Capello su Ibra - Capello che svela altri retroscena su Ibrahimovic: "Io ero alla Roma – le parole dell’allenatore friulano in occasione dell'anteprima al cinema Adriano di Roma del docufilm 'Ibrahimovic, diventare leggenda', dedicato proprio all’attaccante svedese - e lo vidi in un'amichevole a Berlino, nell'intervallo rimasi a guardare la sua tecnica nel riscaldamento, faceva già i numeri dei ragazzini di oggi. Quando andai alla Juventus feci in modo di prenderlo. Aveva molte qualità, ma gli piaceva fare i numeri, la cosa bella fu la determinazione che mise per migliorare e calciare. In lui ho visto subito l'umiltà e l'orgoglio di chi vuole diventare il numero uno".

The person who changed my game Fabio Capello

Un post condiviso da IAmZlatan (@iamzlatanibrahimovic) in data:

Stima reciproca - E Ibrahimovic non ha di certo deluso le attese del suo ex allenatore. Una stima reciproca. "Quando si arrabbia sono pochi quelli che osano guardarlo negli occhi. Capello non è tuo amico. Non chiacchiera con i giocatori. Lui è il sergente di ferro, e quando ti chiama in genere non è un buon segno. Lui distrugge e costruisce. Mi piacciono gli uomini che hanno potere e carattere", dichiarò in passato Ibrahimovic. E adesso una foto, un sorriso e una frase che vale più di ogni altra cosa: "The person who changed my game, Fabio Capello". Parola di Zlatan Ibrahimovic.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche